Pochi al concorso: "Colpa del reddito di cittadinanza?" -

Pochi al concorso: “Colpa del reddito di cittadinanza?”

Il miraggio del posto fisso si infrange nel Comune di San Gregorio. Ecco cosa è accaduto.
SAN GREGORIO DI CATANIA
di
14 Commenti Condividi

SAN GREGORIO (CT) – Solo in 31 hanno partecipato al concorso per due posti a tempo indeterminato come vigile urbano nello splendido comune etneo. E dei 19 che hanno superato la prima prova, si sono presentati appena “in 8”. “Che sia “colpa del reddito di cittadinanza?”, si chiede il presidente del consiglio comunale Ivan Albo, anche perché c’è un altro dato ad alimentare sospetti. Il fatto che neanche gli ammessi abbiano concluso il concorso, compresi “i due dipendenti”, ai quali sarebbe stato riservato un posto. Uno di loro, però, come abbiamo verificato, è in malattia per “covid”.

Il post

Tutto è iniziato con un post. Il presidente del consiglio comunale di San Gregorio, Ivan Albo, avvocato moderato, molto apprezzato per il suo approccio alle questioni politiche della cittadina, ha reso noto il risultato del tanto atteso concorso per vigili urbani.

“Oggi – scrive Albo – a San Gregorio, al concorso per Vigili Urbani a tempo indeterminato si sono presentati appena in (OTTO)”.

Gli interrogativi

“Non c’è lavoro?”, si chiede Ivan Albo, che aggiunge: “Si predilige il reddito di cittadinanza?”.

E ancora: “Non ci si vuole impegnare culturalmente per conquistarsi un lavoro onesto e decente?

Si preferisce rinunciare a una importante opportunità professionale, per cosa?”.

Procedura regolare

Il bando del concorso, come confermano fonti comunali, è stato pubblicato in gazzetta ufficiale e sul sito della Funzione pubblica. Alla fine, si sono presentati “in 8”, come ha confermato l’avvocato Albo. LiveSicilia ha analizzato il bando (SCARICA), emerge che uno dei due posti fosse riservato al personale interno del Comune. Ma solo due dipendenti erano i presenti nell’elenco degli ammessi alla prova scritta e “loro non si sono presentati, anche perché uno è contagiato dal Covid”, conferma il presidente del consiglio comunale. Quindi ben 2 sono stati i posti in ballo oggi, con il 50% di assenze.

Normalmente, si sarebbero presentati a centinaia per uno o due posti da vigile urbano. Ma, stavolta, qualcosa non è andato come previsto. Solo 31 le domande. Solo 8 i partecipanti allo scritto su 19 ammessi. Perché? L’interrogativo resta aperto.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

14 Commenti Condividi

Commenti

    Un reddito di cittadinanza di poche centinaia di euro non c’entra affatto considerato che sarebbe inferiore allo stipendio complessivo percepito. Semmai c’è da chiedersi perchè in Italia il reddito sia stato richiesto da tantissime persone che non ne avrebbero avuto neppure lontanamente bisogno come capi mafia che con le loro attività illecite guadagnano milioni di euro, grandi evasori fiscali, proprietari di centinaia di immobili e di recente perfino uno che in Campania che controllava l’intero traffico di cocaina della regione, ma a questo potrebbero rispondere soltanto psichiatri, psicologi e sociologi…..

    Scusate ma se lo stato mi da’ i soldi senza lavorare dico di no – lo scemo sono io o lo stato

    BUONASERA
    sono iscritto al cpi di pertinenza dal 2010 per la 68-99
    11 anni buttati nel wc per il nulla
    il rdc (aiuto di stato) è di 16 euro al giorno (circa 500 euro al mese)
    togliendo luce ,acqua condominio , e mangiare ..resta ben poco
    non sposo assolutamente l’idea che sia rdc a non stimolare i candidati
    la gente è stanca di promesse ,aspettative tradite, e pertanto demotivata
    saluti

    Molti nostri conterranei vogliono solo essere mantenuti!

    Chia ha tirato in ballo il reddito di cittadinanza ha detto una solenne sciocchezza. Parla per sentito dire, quindi non sa cosa dice, oppure lo sa e perciò è peggio. Piuttosto il presidente del consiglio comunale rifletta sulla sfiducia nelle procedure dei concorsi pubblici negli enti locali e forse troverà la risposta giusta alla scarsissima affluenza di candidati,

    Chi rifiuterebbe un posto di lavoro come vigile urbano? Può basarsi che svolgerlo in Sicilia è pericoloso

    Signor Ivan Albo, ma le pensa da solo, oppure qualcuno le suggerisce queste cose?

    Perché sprecare tutto questo tempo se i 2 posti sarebbero già stati assegnati mesi prima che uscissi il concorso…solita storia siciliana.

    Diciamocela tutta: Tanta gente ormai non partecipa neanche perché è opinione diffusa, spero errata, che tanti concorsi siano solo di facciata e poi nascondano dietro clientele, scambi di voti, raccomandazioni o peggio corruzione…lasciando poco spazio al merito reale ed alla competizione.

    Preciso che non ho ragioni per anche solo ipotizzare che sia questo il caso e che sto facendo un commento in termini generali.

    Forse poca pubblicità al concorso?

    Ma quale reddito di cittadinanza. Aspettano di candidarsi tutti nel Mov. delle Stalle appena finisce la legislatura.

    ma quale reddito di cittadinanza, in sicilia si sa che e la politica che decide chi deve lavorare e chi e costretto a rimanere disoccupato, perché non ha santi in paradiso.

    Almeno che stessero zitti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *