Cade dal tetto e muore, perde la vita giovane operaio - Live Sicilia

Cade dal tetto e muore: perde la vita un giovane operaio

Stava lavorando a un'altezza di dodici metri
NEL NISSENO
di
0 Commenti Condividi

Ancora una morte sul lavoro. E’ avvenuta ieri pomeriggio all’interno di un capannone per la distribuzione alimentare a Dittaino, in provincia di Enna. Ma la notizia è stata resa nota solo da pochi minuti. La vittima è il ventisettenne Roberto Savasta di Niscemi, in provincia di Caltanissetta. Il giovane, secondo quanto è trapelato, stava lavorando a un’altezza di dodici metri, sul tetto del deposito merci di una catena di distribuzione. All’improvviso, anche se la dinamica è ancora in corso di accertamento, sarebbe precipitato. Le condizioni, da subito gravissime, hanno reso vani tutti i tentativi di soccorso da parte del 118. 

Disposto il sequestro dell’area

I magistrati dell’ufficio requirente di Enna, diretto dal procuratore Massimo Palmeri, hanno disposto il sequestro dell’area. Secondo quanto è emerso, il giovane era dipendente di una ditta di Ragusa, che stava lavorando sul tetto, per un intervento di manutenzione. 

Il segretario provinciale della Cgil Antonio Malaguarnera, su questa ennesima tragedia sul lavoro in Sicilia, afferma che non è “possibile né tantomeno accettabile che questo accada”. “È necessario e indispensabile prevenire e controllare – prosegue – ma anche sanzionare: solo così possiamo spezzare questa ormai lunga catena di morti bianche. Bisogna attivarsi ad ogni livello, e fare gli opportuni controlli. È necessario che ognuno svolga il proprio ruolo e le proprie competenze, iniziando dalle istituzioni”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *