Bonucci: "Eliminazione dura. Spogliatoio Barbera? Ci scusiamo" - Live Sicilia

Bonucci: “Eliminazione dura. Spogliatoio Barbera? Ci scusiamo”

"Non so quello che farà Chiellini e quello che succederà, da parte mia c'è la voglia di continuare per poter essere da esempio"
LA CONFERENZA STAMPA
di
1 Commenti Condividi

COVERCIANO – “Credo che quello che il mister ci ha dato in questi tre anni sia stato qualcosa di unico. Si è creata un’empatia tra il gruppo, l’allenatore, lo staff e la dirigenza che raramente si è respirato all’interno di Coverciano, come già abbiamo detto in altre occasioni. Per noi è soltanto la logica conseguenza continuare con il mister perché ci ha permesso di raggiungere grandi obiettivi, e le sue idee ed il suo valore umano non si discutono. Poi i risultati nel calcio, in una partita secca, possono cambiare delle visioni a chi sta fuori ma chi vive tutti i giorni il campo, lo spogliatoio e le relazioni con il mister, ha solo voglia di continuare questo percorso”.

A dirlo è Leonardo Bonucci, intervenuto in conferenza stampa prima di imbarcarsi con i compagni di squadra per Konya, sede domani sera della sfida fra Turchia ed Italia, parlando del futuro degli azzurri e della situazione legata al ct Roberto Mancini.

FUTURO

“Non so quello che farà Chiellini e quello che succederà, da parte mia c’è la voglia di continuare per poter essere da esempio e guida per i tanti giovani che vestono questa maglia – ha spiegato il centrale della Juventus in conferenza stampa -. Le 48 ore dopo l’eliminazione sono state veramente dure. Un gruppo che ha fatto dell’entusiasmo e della voglia di stare insieme la sua forza, si è ritrovato a bocca chiusa ed in silenzio a pranzo e negli spogliatoi.

Poi abbiamo cercato di sdrammatizzare dicendo ai giovani che avranno davanti ancora diversi Mondiali da poter giocare e che dovevano pensare a noi, per cui” quella in Qatar “era l’ultima possibilità” per giocarlo. “Una volta che ha parlato il mister, ha messo un punto su quello che è stato il passato, ci siamo di nuovo tutti ricollegati a quello che è il presente ed il futuro perché, come leggiamo spesso quando entriamo nella palestra” di Coverciano, “il futuro è adesso e quindi bisogna partire per ricostruire quello che non abbiamo ottenuto. Le basi ci sono per fare una grande risalita”.

SPOGLIATOIO PALERMO

Sulle condizioni dello spogliatoio del Barbera, Bonucci ha spiegato: “Di sicuro la prossima volta faremo attenzione – dice il centrale commentando lo stato in cui è stato lasciato lo spogliatoio al termine della gara -. Il momento era di delusione e non abbiamo posto attenzione a questi piccoli particolari che però fanno la differenza. Nello stesso tempo chiederemo di avere a disposizione più attrezzature per buttare tutto quanto nelle prossime trasferte, consci anche che, nelle foto che abbiamo visto, non c’erano solo cose che noi abbiamo usato nello spogliatoio. Rimane un punto interrogativo su tutto ma a prescindere da questo noi faremo molta più attenzione e chiediamo scusa per l’errore fatto”.

LE SCUSE

La Figc, attraverso il proprio capo ufficio stampa, Paolo Corbi, ha precisato che “è stato un aspetto che abbiamo tutti colpevolmente sottovalutato. Avevamo subito il volo di ritorno per Coverciano, ed va considerato il momento delusione della sconfitta. Abbiamo parlato con il Palermo calcio per scusarci dell’accaduto e con il personale interessato, perché non è nostra abitudine non prestare attenzione a queste cose. Ciò non toglie che da quanto abbiamo ricostruito in questi giorni lo stato dello spogliatoio non era proprio quello che appare nel video e sono state riprese anche cose che non ci appartengono”.

Credit foto: Figc


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Le scuse potrebbero essere valide per dei ragazzi ma no per persone adulte che guadagnano soldi a palate non valendo una cicca in relazione ai risultati conseguiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.