La caccia al tesoro di Palermo | "Tu sei la Città" ricorda i Vespri - Live Sicilia

La caccia al tesoro di Palermo | “Tu sei la Città” ricorda i Vespri

I partecipanti sono andati alla ricerca dell'anima del capoluogo.

palermo
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Il risveglio delle coscienze e il tentativo di ricreare un senso di appartenenza sono tra i principali obiettivi del movimento artistico-culturale “Tu Sei La Città”, nato dall’impegno dei nove fondatori: Guido Bonfardeci, Luana Lopes, Valerio Li Puma, Pietro Zanatta, Alida Schifano, Eleonora Abbate, Andrea D’Amore, Jacopo Sulis e Ugo D’Amico e delle decine di volontari che supportano l’organizzazione.

Attraverso interventi di riqualificazione, campagne di sensibilizzazione ed iniziative culturali il gruppo di giovani siciliani si propone di scoprire, far scoprire e valorizzare le radici, le tradizioni e la storia siciliana nel tentativo di vedere la propria terra rispettata e vissuta con consapevolezza.

In occasione dell’anniversario della commemorazione della Rivolta dei Vespri, domenica 31 marzo, “Tu Sei La Città” ha organizzato una caccia al tesoro finalizzata alla ricerca ‘dell’anima di Palermo’. Sette squadre composte da sette persone di ogni età hanno partecipato alla gara che si è svolta per le vie della città.

Con diversi indizi e diverse tappe i gruppi sono riusciti ad arrivare alla soluzione, scoprendo che la tanto agognata anima di Palermo altro non era che uno specchio nel quale riflettersi. L’anima della città, infatti, è ciascuno di noi, come sostiene l’organizzatore della caccia al tesoro Pietro Zanatta: “Tu sei la città, ma noi siamo Palermo”. Premio della gara sono stati libri e pubblicazioni offerti dagli organizzatori al gruppo G vincitore della caccia al tesoro.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *