La Diocesi: "Dolore e rabbia | Su don Michele pure invenzioni" - Live Sicilia

La Diocesi: “Dolore e rabbia | Su don Michele pure invenzioni”

Liborio Palmeri, vicario generale della Diocesi di Trapani, presente alla camera ardente allestita per la salma del sacerdote ucciso a Ummari, frazione di Trapani: "Dolore e rabbia per la morte di don Michele".

Il delitto di Ummari
di
1 Commenti Condividi

TRAPANI – “Pura invenzione”. Con queste parole il vicario generale della Diocesi di Trapani, Liborio Palmeri, è intervenuto alla camera ardente allestita per la salma di don Michele Di Stefano nella chiesa di Fulgatore, in provincia di Trapani. Parole che suonano come una risposta ai collegamenti fatti sulla stampa tra l’omicidio del sacerdote e le indagini che che hanno riguardato la Diocesi, l’ex vescovo Francesco Miccichè e don Ninni Treppiedi. La Procura, intanto, ha incaricato i carabinieri di accertare se familiari di padre Di Stefano abbiano acquistato immobili al centro delle indagini su Treppiedi. Il procuratore della Repubblica Marcello Viola ha confermato la notizia, pur dicendo che non si tratta di un incarico formale. In una chiesa stracolma di fedeli, il vicario ha poi parlato di “un forte sentimento di dolore e di rabbia, ma – ha aggiunto – dobbiamo trasformare tutto questo in qualcos’altro”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Conosco da sempre Don Michele Di Stefano, ma soprattutto ricordo due momenti in particolare. Il primo, lo vedo corrermi dietro alla spiaggia di Trapani in occasione di una colonia di chierichetti perchè voleva farmi entrare in acqua, voleva convincermi a superare la paura del mare e godere del trovarcisi dentro. Il secondo, un viaggio che abbiamo fatto fino a Catania per partecipare ad un convegno, lungo la strada ci siamo fermati a mangiare ed io ho preso un carciofo ripieno ma non sapevo come mangiarlo e lui mi disse di farlo con le mani senza starmi li a preoccuparmi molto. Era una persona eccezionale!!!! Ciao Don Michele!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.