Palermo, la nuora denuncia: "Botte ai nipoti", il nonno assolto

La nuora denuncia: “Botte ai nipoti”, il nonno assolto

La nonna è morta nel corso di un processo durato 8 anni
IL VERDETTO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Dopo il padre anche il nonno ottiene l’assoluzione dall’infamante accusa di avere maltrattato i nipotini. Un’assoluzione nel merito dopo che l’imputato – F.C. sono le sue iniziali – aveva rinunciato alla prescrizione. Non voleva macchie nella sua vita prima ancora che nella fedina penale.

Solo la nonna non ha fatto in tempo ad assistere il verdetto. È deceduta nel corso di un processo troppo un lungo. I fatti sono del 2011.

Una donna in fase di separazione dal marito lo accusa di averla maltrattata. E aggiunge che i suoceri hanno reso la vita un inferno ai suoi figli dodicenni. Nessuna complicità fra nonni e nipoti, niente amore, solo maltrattamenti.

In un primo processo il padre (assistito dall’avvocato Andrea Dell’Aira) era stato già assolto. Ora a distanza di 10 anni dall’avvio delle indagini e 8 dall’inizio del processo, l’ultimo imputato, assistito da David Grasso Castagnetta e Giuseppe Crescimanno, ha ottenuto l’assoluzione piena.

Per la nonna il Tribunale presieduto da Andrea Innocenti non ha potuto che rilevare la causa di estinzione del reato.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *