"L'azzeramento della giunta| certifica il fallimento di Crocetta" - Live Sicilia

“L’azzeramento della giunta| certifica il fallimento di Crocetta”

Il capogruppo del Nuovo centrodestra all'Ars: "Avevamo ragione nel sostenere che il governatore non governava e l'azzeramento della giunta è stato l'ammissione del proprio fallimento".

ncd, nino d'asero
di
13 Commenti Condividi

CATANIA  – “La mozione di sfiducia al governatore Crocetta è stata un momento di verifica di quello che è l’andamento politico e amministrativo dell’esecutivo. Avevamo ragione nel sostenere che il governatore non governava e l’azzeramento della giunta è stato l’ammissione del proprio fallimento”. Lo ha affermato il capogruppo del Nuovo centrodestra all’Ars Nino D’Asero a margine di un incontro dei vertici provinciali del partito di Alfano che si è tenuto nel catanese.

“Di fatto in Sicilia le emergenze aumentano e la crisi si fa sempre più grave e nonostante ciò – ha aggiunto – assistiamo ad una conflittualità permanente tra il governatore e i partiti alleati e all’assenza di risposte che porta sempre più la nostra regione a sprofondare. Questo stato di cose può essere fermato solo attraverso un’inversione di tendenza, che la mozione ha evidenziato. E i fatti ci hanno dato ragione, perché, nella sostanza, l’azzeramento della giunta – ha sottolineato il parlamentare – è stato una presa d’atto di questo fallimento e, al contempo, la costituzione della nuova squadra di governo il segnale di voler dar vita ad nuovo corso. Noi, senza pregiudizi ideologici, saremo attenti a verificare quello che sarà questo nuovo corso da cui pensiamo possa scaturire qualche elemento di novità che verificheremo nella sostanza successivamente. Dai neo-assessori ci aspettiamo risultati tangibili e un’interlocuzione seria. Le tante emergenze si superano – ha spiegato D’Asero – solo attraverso risposte concrete sul piano del lavoro, della programmazione, del turismo, dell’agricoltura, degli aiuti alle imprese, ma anche sulla pianificazione delle risorse comunitarie 2014 – 2020 e sulla burocrazia che in Sicilia uccide più della mafia e che invece dovrebbe essere di supporto ai cittadini e alle imprese che vogliono portare avanti iniziative. La nostra speranza – ha concluso il capogruppo del Ndc – è che dalla nuova giunta possa subito arrivare qualche risultato concreto per il bene della Sicilia”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

13 Commenti Condividi

Commenti

    Speriamo che cambi la musica!

    Tutti beddi siti! Una sola soluzione: tutti a casa per favore e ridate la parola ai siciliani!

    Onorevole D’Asero sono ridicole le sue dichiarazioni! A Roma state con Renzi ed in Sicilia fate opposizione …. destinati a scomparire

    Concordo pienamente con giuseppe….destinati a scomparire….

    No . D’Asero ha fatto un commento politico, tecnico, che prescinde dall’appartenenza e dalle politiche di clan. Commento, devo dire, evocato dalle stupidaggini di crocetta che vuol far credere che aver superato lo scoglio della sfiducia è stato un personale trionfo ed un immiserimento della opposizione. L’azzeramento ha invece conclamato il fallimento del governicchio e del dilettantismo conduttivo del suo presidente; ha conclamato il fallimento di un progetto ridicolo , partorito da menti deliranti ed affidato ad un interprete rivelatosi un grottesco incosciente , fuori controllo. Lo ha salvato solo l’opportunismo di Matteo Renzi e lo squallore di molti deputati ARS soprattutto degli assenti al voto. Nessuno comunque sperava tanto. Il significato politico di commissariamento de facto ha reso in ogni caso la sfiducia un atto preterminale.

    Intanto e’ grazie alla ferma presa di posizione di Ncd che si e’ scardinato il governo mandando via assessori inadeguati e spero adesso anche qualche segreteria e ufficio di gabinetto. E soprattutto e’ grazie a questa presa di posizione che il fallimento di crocetta e di tutto il Pd e’ stato certificato da Roma con il commissariamento “morbido”..che bene non ci fa pero’ di fronte all’ incompetenza e’ il prezzo da pagare. Per il bene della sicilia speriamo che il nuovo non agisca solo con la logica di partito e non sia succube del governatore e lavori correttamente, con dialogo fra le parti, per tamponare le emergenze della sicilia, certo se poi ne risolve qualcuna….

    Crocetta in questa nuova Giunta nei suoi Gabinetti e altri incarichi di sottogoverno dovrebbe lasciare fuori NCD… tanto ci sta pensando Orlando!

    Ritengo la dichiarazione figlia di una profondissima analisi politica, unica in un panorama desolante. D’asero ormai rimane una voce isolata in un contesto arido, opportunistico, utilitarista e poltronista. Il progetto portato avanti dal capo gruppo è di spessore e verrà ripagato con la sua elezione alla Presidenza.

    L’On. D’Asero rappresenta uno di quei pochi politici con la P maiuscola… Concordo in pieno con il suo commento, perché è sotto gli occhi di tutti l’azione fallimentare del governo e l’azzeramento della giunta lo certifica in pieno… Complimenti on. D’Asero!!!

    Andranno a scomparire piano piano…facciamoli parlare ancora un pó….

    Il fallimento del governatore è chiaro ed evidente, siamo in caduta libera, ma lui ride…., tanto a lui della Sicilia e dei poveri siciliani non gli importa nulla!!!Per quanto tempo dobbiamo ancora subire?

    D’Asero ma di quale azzeramento parla??Non so se conosce l’italiano però non mi sembra la parola adatta AZZERAMENTO,semmai rimescolamento,perchè azzeramento significa tutt’altra cosa ,nel caso specifico.Poi con quale faccia si possono fare critiche e spergiuri da parte sua e del suo partitino??Si ricordi che a Roma siete gli sguatteri di Matteinonostro e che appena si andrà alle elezioni scomparirete dal panorama politico italiano(Finuccio docet).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.