La truffa delle auto di lusso: annullate 4 misure cautelari

La truffa delle auto di lusso: annullate 4 misure cautelari

Accolti i ricorsi degli avvocati della difesa
0 Commenti Condividi

PALERMO – Il Tribunale del Riesame di Palermo ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare per quattro dei sedici indagati dell’operazione Dirty Cars.

Si tratta del poliziotto Fabrizio La Mantia, di Antonio Scalavino, Luca Ferrara e Matteo Cavallaro, a cui era stato imposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria o quello di di dimora.

ione dirty cars annullata ordinanza anche per Ferrara Luca Avv Manfredi Novara (obbligo di presentazione alla pg) e Cavallaro Matteo obbligo di dimora avv. Salvatore Ferrante!

Il Tribunale ha accolto i ricorsi degli Gioacchino Genchi, Giovanni Castronovo, Manfredi Novara e Salvatore Ferrante. Il poliziotto era stato prima trasferito e poi sospeso dal servizio.

Nell’inchiesta dei carabinieri – gli indagati sono sedici, tra cui tre agli arresti – ha scoperto una organizzazione che riciclava in Sicilia auto di lusso rubate in Campania dopo avere incassato gli indennizzi delle assicurazioni.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.