Lettera di un medico: "Sono positivo |Non colpevolizzate i contagiati" - Live Sicilia

Lettera di un medico: “Sono positivo |Non colpevolizzate i contagiati”

Un'autentica lezione di vita

Coronavirus
di
2 Commenti Condividi

CUSTONACI (TRAPANI) – Una lettera inviata idealmente alle due città in cui vive e lavora per comunicare la propria positività al coronavirus e per mandare un messaggio: “Colpevolizzare chi ha contratto la malattia non produce nulla di buono”. A scriverla è Tommaso Chirco, medico di famiglia che vive a Erice e che lavora nella vicina Custonaci, in provincia di Trapani. Nella lettera, resa nota dal Comune di Custonaci, il medico scrive: “Il ruolo sociale del mio incarico mi induce a scrivere qualche parola per fare chiarezza, oltre che placare allarmismi e voci che stanno circolando incontrollate”. E ancora: “Non sono stato al nord. Non ho preso aerei o treni. ho soltanto vissuto la mia vita e svolto il mio lavoro. Nella emergenza attuale, tra le professioni più esposte al contagio rientra anche la mia e il mio ruolo in prima linea mi ha, evidentemente, esposto al contagio”.

Chirco poi racconta: “Ai primi sintomi, molto scarsi, in verità e per fortuna, mi sono isolato da tutti in auto quarantena volontaria, come da protocollo, per garantire al sicurezza di quanti mi stavano intorno”. Da qui il tampone e il risultato di positività “arrivato – dice – forse prima ai media che a me”. Poi il messaggio: “Penso che colpevolizzare chi ha contratto la malattia non produca nulla di buono, è in momenti come questi che bisognerebbe mostrarsi uniti e solidali, ma mi consolo con l’affetto della mia famiglia e coi tantissimi messaggi di solidarietà e di conforto che ho ricevuto dagli amici e, soprattutto, dai miei pazienti che mi hanno dato la forza per reagire in questo triste momento”. Da Chirco anche l’appello a rimanere a casa e ad attenersi “rigidamente” alle disposizioni del governo e delle amministrazioni comunali: “Il mio cuore – conclude – mi porta, ancora una volta, a parlarvi come vostro medico. Auguro a tutti di mantenersi in buona salute. Che questo triste momento storico passi in fretta e ci possa fortificare nel corpo e nello spirito”. A Chirco è giunta la solidarietà e la vicinanza da parte del sindaco di Custonaci, Giuseppe Morfino.

(DIRE)

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Purtroppo in momenti come questi viene fuori la natura primitiva delle persone, pronti a scagliarsi secoli fa contro le streghe, decenni fa contro l’innocente Enzo Tortora, adesso contro i contagiati. Il rigurgito fascista in Sicilia è un cattivo presagio, al contrario di questa nobile lettera.

    Colpevolizzare? A parte il fatto che siete semplicente degli eroi….la gente penso sia arrabbiata con chi si é spostato da aree infette pee venire in sicilia senza rispettare l’isolamento e senza avvisare le forze dell ordine. Poi l’ignoranza umana é infinita……auguri dottore ei vero cuore

Leave a Reply

Your email address will not be published.