L'isola scordata da tutti |Il web si indigna - Live Sicilia

L’isola scordata da tutti |Il web si indigna

Lipari snobbata e messa a tacere dai media, che le dedicano lo spazio di poche righe se non addirittura il silenzio. Al contrario di quanto fa internet, dove l'indignazione popolare si solleva in modo perentorio.

LIPARI COLPITA DALL'ALLUVIONE
di
17 Commenti Condividi

LIPARI (ME) – L’alluvione di cui non importa a nessuno, che violenta un’isola dimenticata e abbandonata al proprio destino. E’ costretta a mostrarsi così, questa mattina, Lipari, isola oggi isolata come non mai. Lipari figlia di un dio minore, Lipari tradita dall’acqua dolce proveniente dall’alto, diversa da quella salata che le bagna i piedi rendendola ambita meta turistica. Lipari tradita dalle istituzioni, che rispondono assente, Lipari snobbata e messa a tacere dai media, che le dedicano lo spazio di poche righe se non addirittura il silenzio. Al contrario di quanto fa il web, dove l’indignazione popolare si solleva in modo perentorio.

Sin dalle prime ore di questa mattina, infatti, su Twitter l’hashtag #Lipari è in vetta alle tendenze per merito dei numerosissimi “cinguettii” rilasciati dagli utenti del social network. Alessandro attacca: “Stamattina mi sono alzato, ho acceso il tg e dell’alluvione a Lipari non ha parlato nessuno, neppure Sky. E’ informazione di regime”. Serena, invece, spiega che “sui tg mediaset l’alluvione di Lipari vale una notizia solo per aver portato paura tra i turisti che ancora affollano l’isola”.

Marina manifesta il proprio disappunto: “Veramente vergognoso, violento nubifragio. Quasi nessun telegiornale nazionale ne ha dato notizia. Lipari è in ginocchio”. Gabriele non è da meno: “Molti tra i media italiani hanno letteralmente scartato il disastro di Lipari senza una motivazione reale. Inaudito”. Chiudiamo con Giò: “Lipari oggi ha bisogno di sentirsi italiana e noi dobbiamo contribuire a dare voce a quella che per le TV è stata una catastrofe silenziosa”.

Anche su Facebook piovono critiche nei confronti del mondo dell’informazione: sulla pagina “Non potrai mai togliere la Sicilia dal cuore di un siciliano“, sono state pubblicate alcune immagini dell’alluvione, seguite da una serie di commenti negativi per l’atteggiamento tenuto da giornali, tv e radio nazionali.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    Amici di Lipari, delle Isole Eolie, del comprensorio messinese, SICILIANI TUTTI,
    è bene che iniziate a pensare a chi ci dovra’ governare per i prossimi 5 anni la nostra terra di Sicilia !
    Riflettere bene prima di dare il Vostro voto a coloro che HANNO DISTRUTTO LA NOSTRA ISOLA … un TEMPO BELLISSIMA !!!

    POSTATE IL VS. SDEGNO SU:

    http://www.facebook.com/​groups/382969848432332

    Non dovrebbe essere una novità..visto che la Sicilia e le isole vengono sfruttate in estate solo per le vacanze estive..e poi come esseri umani riceviamo poca considerazione..d’altronde successe anche allora per Barcellona..Saponara..Giampilieri..quando i nostri morti non facevano notizia..anche se sitrattava di bambini…è vergognoso questa purtroppo è l’Italia!!!

    E di che ci stupiamo…… Ancora si parla dell’Emilia.!?!

    Ho pensato che questa disgrazia (che da Roma in su, non è successa) sarebbe dovuta accadere in estate, quando tra vip….politicastri, le isole erano affollate. In quel caso l’attenzione si sarebbe avuta….e sicuramente questa tragedia mancata (per fortuna non ci son state vittime….che sia questa la cartina di tornasole per le notizie?) sarebbe stata la prima notizia di tutti i notiziari. Ricordiamocelo alle prossime elezioni, ricordiamoci di come i candidati rappresentanti di un sistema politico che si disinteressa dei suoi cittadini, meriti altrettanta attenzione.

    esprimo la mia totale solidarietà ai miei compaesani siciliani; i nostri rappresentanti deputati e senatori siciliani a roma devono approvare lo stato di calamità naturale; altrimenti è ragion veduta che l’unica soluzione politica possibile è l’indipendenza dall’italia………………………. l’unico modo per rinascere………………….. FORZA SICILIA E FORZA L’INDIPENDENZA………………….

    Adesso mi sono rotto. So che non esistono morti di seria e di serie b. Io lo so. Il resto di Italia no. Ovunque si muoia si raccolgono fondi. Per i
    Morti dei nostri terremoti e delle nostre alluvioni niente. Non gliene frega niente a nessuno. Questa e’ la verità. Allora cara gente del nord andare a farvi benedire da un’altra parte.

    Adesso mi raccomando…continuate a partecipare alle varie raccolte di fondi per l’Emilia, comprate il Grana e altri prodotti così una parte va anche ai terremotati dell’Emilia!!!!!!
    Se lo stesso terremoto fosse successo qua da noi a stento avrebbero dato la notizia…..altro che raccolta fondi!!!!!
    Un primo esempio l’abbiamo avuto con l’alluvione nel messinese di quest’inverno, questo è un altro esempio…..vediamo ancora quanti ne dovremo avere di esempi.
    Mi dispiace per gli emiliani, ma questo conferma che ho fatto bene a non aderire a nessuna raccolta fondi!!

    Oggi ho sentito il TG1 delle 13,30 e hanno fatto un piccolo servizio su Lipari, hanno intervistato il sindaco e in pratica si è capito che i soccorsi hanno funzionato alla perfezione e che tutto era tornato alla normalità!!!
    Mi sembra un pò strano

    quelli che vedete con le tute arancioni nella foto sono gli operai delle squadre antincendio, gli stessi che tanto vengono vituperati da confindustria e da tutti i populisti da strapazzo e accusati di tutte le nefandezze di questo mondo, smentite dai fatti.
    ancora una volta, come a giampilieri, senza sosta e senza orario a dare una mano d’aiuto dove serva.
    grazie da parte mia.

    a onore del vero , nonostante i morti , nessuno ha visto in tv piangere qualcuno dell’emilia terremotata.. trattandosi di zone altamente produttive , forse hanno pensato che valeva la pena risollevare , mi spiace per lipari , e per il sud in generale. Ma liberatevi dallo Stato alternativo , se potete.

    se è vera la notizia che il fango proviene da una discarica di inerti abusiva, Lipari non è stata tradita dall’acqua dolce, ma dai suoi stessi concittadini, non tutti ovviamente, che hanno scaricato il materiale e dal suo sindaco che invece di strillare a disastro avvenuto, avrebbe fatto bene a sorvegliare la discarica e a bonificarla… sarà anche per questo leggero fastidio di sottofondo che le tragedie siciliane non riscuotono la stessa audience di quelle in altre parti d’Italia? L’abbandono del territorio e l’abusivismo, che spesso sono causa di disastri irreparabili, se lo cercano i cittadini votando nel modo peggiore possibile

    non solo votando, ma anche comportandosi, caro fabrizio, i rifiuti li li hanno buttati anche loro….. i cittadini.

    Emiliano sei senza rossore. Tiri in ballo anche adesso la storia del piangersi addosso e della produttività. Cosa vuoi dire che A Lipari non lo sono. Tu dici e non dici. Sembri tu il siciliano e non io. Io saro’ diretto. Finitela con la storia della criminosità e della voglia di assistenzialismo che cucite addosso al Sud. Ti faccio degli esempi: tangentopoli e’ scoppiata al Nord, la città di Parma stipendificio nelle società partecipate mica e’ in Sicilia, il malaffare di Tanzi and co non e’ avvenuto a Caltanissetta, l’alta finanza corrotta (da Finmeccanica ne e’ un esempio) non e’ roba nostra, ma Cosa vostra. Non siete mica i puri che andranno in paradiso. Ammetti serenamente che il Sud non vi interessa. Non ci offendiamo. E i soldi noi del Sud in aiuto degli amici e sfortunati terremotati, senza ironia alcuna, continueremo a darli.

    alcuni lettori sostengono chela mancanza di “notizia ” siada attribuire al fatto che l’alluvione FORSE è stata causata dauna discarica abusiva. Fermo restando chetutto ciò deve ancora essere accertato e che se è vero certamente devono essere presi provvedimenti contro i responsabili,mi chiedo, anzi chiedo a questi solerti lettori: PEERCHè LE ALLUVIONI A GENOVA O IN VENETO NON SONO STATE CAUSATE DALL’INCURIA UMANA????????GLI STUDENTI DE L’AQUILA (pace all’anima loro) NON SONO MORTI PERCHè QUEL PALAZZO ERA STATO COSTRUITO MALISSIMO?E QUEI BAMBINI CHE SONO MORTI PER IL CROLLO DELL’ASILO IN UN ALTRO TERREMOTO (in questo momento non mi ricordo dove)?e gli operai morti in Emilia non sono forse morti perchè i datori di lavoro non hanno fornito adeguata sicurezza al posto di lavoro???e dunque?ciò significa che il fatto, l’alluvione, il terremoto, i morti non meritino la notizia?ma la finite????sempre qui a dire che qui al sud siamo nulla facenti,che ci meritiamo le disgrazie, etc….e sempre ad elogiare quelli del nord. Bene…come ho visto gli abitanti del veneto spalare il fango, ho visto la stessa cosa a Lipari….qual è la differenza????è vero…questa cosa doveva succedere mentre era ancora estate piena…qualche morto illustre avrebbe sicuramente dato risalto alla notizia!!!!vergognoso!!!!!

    condivido in pieno senza lavoro……….sono veramente tristissimi, si sentono superiori ed invece…..
    l’italia è una e indivisibile…..non vogliono il peso del sud???bene…..se nedevono andare dall’italia….perchè NOI siamo l’italia….

    Non voterò nessun partito che abbia la segreteria al di la dello stretto! Sarò comunque preso in giro come sempre, ma è meglio farmi prendere in giro dai miei fratelli siciliani piuttosto che farmi prendere in giro dai miei nemici italici!

    La Sicilia tutta, non solo Lipari o Barcellona o Giampilieri, dovrebbe ringraziare i “nostri” politici, senza distinzione di partito, mi riferisco a Schifani (presidente del senato!), Alfano (segretario pdl, ex ministro), La Russa (ex ministro), Germanà, Genovese, Rinaldi, ….. ecc. la lista sarebbe lunga, che invece di difendere gli interessi del proprio territorio (vedi i deputati del nord) si sono messi in ginocchio rinunciando alle loro origini, dimenticando da dove provengono e questo comportamento non onora la sicilia, i siciliani e coloro che periodicamente soffrono perchè la notizia ammesso che venga data sarà infangata cioè per i TG l’alluvione di genova si è verificata per la pioggia, quella di giampilieri o barcellona per l’abusivismo edilizio!!!! questo è quello che viene detto. La Sicilia serve per passare le vacanze al mare e quale set per fiction sulla mafia, vedete quante ne fanno contemporaneamente vanno in onda l’onore e il rispetto, squadra antimafia palermo oggi, mori il prefetto di ferro…. bella pubblicità per una regione stupenda, rispediamo al mittente la pubblicità negativa che ne deriva, boicottiamo le fiction, non rieleggiamo gli stessi politici fannulloni e traditori. Così forse se otteniamo il rispetto che meritiamo anche i TG se ne accorgeranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.