M5S, Scontro sull'Ucraina: Di Maio rischia l'espulsione? - Live Sicilia

M5S, Scontro sull’Ucraina: Di Maio rischia l’espulsione?

Scontro a mudo duro nel Movimento.
IL CASO
di
3 Commenti Condividi

ROMA – “Conte da premier e anche adesso ha sempre rivendicato un forte rispetto della Ue e dell’Alleanza atlantica. Si tratta quindi di un attacco strumentale ed è grave che Di Maio utilizzi la sicurezza del Paese per attaccare i 5 Stelle”. Così il vice presidente del M5S, Riccardi Ricciardi, in un’intervista a la Repubblica, dopo l’ennesima accusa del ministro Di Maio al presidente del Movimento Conte. Sulla diatriba interna dopo mesi di quiete, osserva: “Di Maio è spaventato dal tema dei due mandati”, poi “ha cercato di rimediare in maniera goffa a quel che avevano capito tutti. Si sente il rumore delle unghie sugli specchi da qui”.

Secondo Ricciardi “riteniamo che occorra una profonda riflessione perché da tempo, per sua responsabilità, è un corpo estraneo al Movimento. Sta facendo un percorso personale che lo pone al di fuori dai 5 Stelle, un partito che sta facendo le proprie scelte votandole a stragrande maggioranza”. Alla domanda se si pensi a una sua espulsione, chiosa: “Personalmente ritengo che occorra prendere provvedimenti, magari coinvolgendo la rete o comunque il Consiglio nazionale. Vorrei ricordare che da capo politico Di Maio ha espulso persone per cose molto, molto meno gravi”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Una volta che dopo Giulio Andreotti e dopo tanti anni abbiamo finalmente al governo un vero e sincero amico degli USA e dell’Alleanza Atlantica come Luigi Di Maio che con fatti concreti e non parole di circostanza vuole finalmente una dura contrapposizione anche militare contro la pericolosissima Russia di Putin c’è qualcuno, guarda caso sempre fra gli incorreggibili 5 stelle guidati da Giuseppi Conte, che vorrebbe farlo politicamente fuori. Ammetto che io stesso in passato l’ho criticato più volte ma questo nuovo Luigi Di Maio, e non solo perchè vicino ai vertici politici e militari statunitensi, mi piace sempre di più…….

    Mandatelo in Ucraina insieme a Grillo su troveranno bene.

    Di fatto il M5S negando le armi all’Ucraina ne vogliono la resa, la vittoria di Putin. Non sono d’accordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.