Morto a Palermo Nino Ciresi |Tentò l'estorsione allo chef Giunta - Live Sicilia

Morto a Palermo Nino Ciresi |Tentò l’estorsione allo chef Giunta

Era ai domiciliari

Mafia
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – E’ morto per cause naturali nella sua casa alla Kalsa a Palermo mentre si trovava ai domiciliari Antonino Ciresi, 77 anni, detto “lo zio Nino” uno dei mafiosi che tentò di estorcere denaro allo chef Natale Giunta e che per questo è stato condannato a 6 anni di carcere. Nel 2013 Ciresi venne arrestato per mafia in un’inchiesta sul mandamento di Porta Nuova a Palermo di cui sarebbe stato uno dei vertici, e condannato in appello a 11 anni e 10 mesi. Ciresi era ritenuto un pezzo grosso della famiglia mafiosa di Borgo Vecchio e braccio destro del boss Alessandro D’Ambrogio, per il quale avrebbe gestito le estorsioni ai danni dei commercianti. A Ciresi vennero sequestrati beni per circa 20 milioni di euro.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *