"Non voglio il voto| nè la sfiducia a Conte" - Live Sicilia

“Non voglio il voto| nè la sfiducia a Conte”

Le fibrillazioni nella maggioranza

Renzi
di
5 Commenti Condividi

ROMA – “Alt! Io non voglio andare a elezioni. Erano altri quelli che avevano già fatto l’accordo con Salvini. In più le elezioni non ci saranno per mesi (dopo il referendum di marzo vanno rifatti i collegi e dunque servono tempi tecnici). Per cui, se cade il Governo Conte Bis, ci sarà un nuovo Governo. Non le elezioni”. Così Matteo Renzi nell’e-news.

“No. Nessuno di noi ha detto che vuole sfiduciare Conte. Abbiamo detto che non condividiamo la battaglia sulla prescrizione. E che faremo valere su quella i nostri numeri. Punto. Noi su questo non torniamo indietro. Per noi, la prescrizione non vale la fine del Governo: ecco perché Bonafede farebbe bene a fermarsi lui, prima di combinare il patatrac. Chi è l’arrogante? Chi come Italia Viva dice:”Su questo non siamo d’accordo” o chi come Bonafede dice: “Si fa come voglio io anche se in Parlamento non abbiamo i numeri”?”. “Si può cambiare la riforma della giustizia in Parlamento? Direi che si deve cambiare, visto che Bonafede è riuscito nel miracolo di mettersi contro avvocati, magistrati, esperti”, aggiunge.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Giuseppi, stai sereno!

    fai una cosa buona, manda a casa questo Governo di trasformisti, poltronari, pieni di demagogia e che porteranno l’Italia allo sfacelo totale perchè incompetenti e forcaioli.

    E’ inaccettabile che un partitino col 4% tenga in scacco italiani e Italia.

    Cosa vuole ancora il Presidente Mattarella? Non si accorge che continuando di questo passo l’Italia va a sbattere. In sei mesi quali provvedimenti ha adottato questo Governo? Hanno fatto sei mesi di straordinario a Palazzo Chigi con incontri e riunioni di ogni genere solo per comprare 27.000 di caffè. Nel frattempo i numeri che escono da questo Governo sono devastanti: Chiusura di attività commerciali, industrie, PIL allo 0,01, disavanzo alle stelle: in 12 mesi siamo a 2 miliari e 400 milioni di euro, disoccupazione in aumento, specialmente nelle regioni meridionali. Cosa si aspetta a mandare tutti a casa?

    E l’ottimista Gualtieri, storico messo non si sa perché al ministero dell’Economia, parla di ripresa. Renzi, come sempre esperto nell’arte del trasformismo e nel tenere il piede in due scarpe, minaccia di far cadere questo governo, ma non vuole le elezioni perché sa benissimo che, in caso di voto, il suo partitucolo da quattro soldi sarà cancellato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *