Nuova allerta meteo in Sicilia, si teme per il fronte settentrionale - Live Sicilia

Nuova allerta meteo in Sicilia, si teme per il fronte settentrionale

L'avviso della protezione civile
LE PREVISIONI
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Per domani, 30 novembre, la Protezione civile ha valutato un’allerta “arancione” su alcuni settori della Calabria e della Sicilia e “gialla” in Basilicata, su gran parte della Puglia e sui restanti territori della Calabria e della Sicilia.

Temporali e forti venti continuano, infatti, a interessare le regioni meridionali del Paese. Il maltempo colpirà maggiormente le aree ioniche, specialmente della Calabria, e il nord della Sicilia dove sono previste precipitazioni più che significative e un rinforzo della ventilazione proveniente dai quadranti orientali, quindi da est. La Protezione civile ha perciò emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che fa seguito ed estende quello diffuso ieri. Il maltempo potrebbe determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

Già dalla serata di oggi sono previste precipitazioni sparse e diffuse, con rovesci o temporali, sulla Calabria, specialmente sulle aree ioniche. I fenomeni si estenderanno già dalle prime ore di domani anche in Basilicata e in Puglia, in particolare sui settori meridionali. Si prevede, sempre dalle prime ore di domani, il persistere di precipitazioni sparse sulla Sicilia, specie i settori settentrionali. Ci saranno rovesci molto intensi, temporali e forti raffiche di vento.

Dai quadranti orientali della Calabria, in estensione al sud della Basilicata e della Puglia, sono attesi venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte dalle prime ore di domani. Lungo le coste esposte sono previste anche mareggiate.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *