'Mi trattava come un ragazzino' | Ritratto di un fratello omicida - Live Sicilia

‘Mi trattava come un ragazzino’ | Ritratto di un fratello omicida

Quel link sul suo profilo facebook. Una coincidenza che fa pensare.

Il delitto
di
1 Commenti Condividi

ROMA- Maurizio Diotallevi, 62 anni, ha confessato. Ci sarebbe una questione di soldi alla base dell’uccisione della sorella Nicoletta, una storia che ha avuto inizio col ritrovamento di due gambe di donna in un cassonetto, a Roma. “Mi trattava come un ragazzino, razionava i soldi. Guadagnava solo lei e ogni volta decideva lei quando e quanti darmene”, questo avrebbe detto Diotallevi ai poliziotti che lo ascoltavano, colpiti dalla brutalità dell’evento, nonostante l’esperienza.

Per questo lui avrebbe massacrato Nicoletta Diotallevi, 59 anni, nell’appartamento che dividevano: prima strangolata e poi sezionata con una sega, per gettare i pezzi in diversi cassonetti: le gambe in viale Maresciallo Pilsudski, nel quartiere Parioli, il resto del corpo a un chilometro, in via Guido Reni.  L’uomo è crollato dopo un lungo interrogatorio in questura.  Poche informazioni sul suo profilo facebook. Una persona che forse aveva dei problemi, ma nulla trapelava dai suoi post, dai suoi commenti. Solo un link che, a rileggerlo col senno del poi, mostra i segni di una coincidenza inquietante. Titolo secco: “Alcuni portano la felicità quando se ne vanno”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Un parassita amorale, narcisista e violento come purtroppo ce ne sono molti: stanno sulle spalle delle famiglie, in particolare delle donne più generose e indulgenti, e si comportano da despoti. L’infimo si è permesso di dare la causa alla povera vittima, che lo manteneva da anni! Se si sentiva tanto umiliato, poteva andarsene invece di approfittarne. Un vero mostro di egoismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.