Palermo, ambulante contro vigili: la parola s*** entrò in Tribunale

Palermo, ambulante contro vigili: la parola s*** entrò in Tribunale

Accusa e difesa si scontrano in aula sul termine più noto dello slang palermitano
LA SENTENZA
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – E venne il giorno in cui il bisillabo più noto dello slang palermitano approdò in un’aula di giustizia. La parola “s***” pronunciata da un ambulante tunisino oltraggiò il prestigio di tre vigili urbani?

I vigili urbani parte offesa

L’ispettore Giuseppe Massaro e gli agenti Carmelo Antinoro e Laura Barraco erano in servizio in via generale Magliocco quando sarebbe successo il fattaccio durante un controllo ad un venditore ambulante tunisino. Quest’ultimo, così recita alla lettera il capo di imputazione, “richiamando l’attenzione di tutti gli astanti, portando la mano destra sui genitali, proferiva ad alta voce la parola: “S***” e nel frattempo si dava alla fuga. El Mostafa El Karkouri sarebbe stato identificato in un secondo momento.

L’imputato è stato assolto dal giudice Maria Chiara Alagna, nonostante il pubblico ministero Annunziata Ferrigno avesse chiesto la condanna a un anno e quattro mesi di carcere.

Accusa e difesa

Innanzitutto, ha fatto notare il legale della difesa, l’avvocato Stefano Cultrera, qualcosa non tornava nel racconto dei vigili urbani parti civili al processo. C’era chi diceva di avere sentito la frase e che invece ha sostenuto che il tunisino mostrò un altrettanto volgare, ma silenzioso, dito medio. E poi, sottolinea il giudice, non c’è certezza che ci fosse qualcun altro altro, oltre all’ambulante e ai tre vigili, al momento dell’offesa. Se nessun altro orecchio ha sentito allora l’ipotesi dell’oltraggio non si configura e “il fatto non sussiste”.

I vigili, assistiti dall’avvocato Angelo Brancato, si ritengono gravemente offesi nell’onore e nel prestigio e faranno ricorso in appello.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    e per un colpo di s..a, fanno perdere tempo alla giustizia Italiana? 1 anno e 4 mesi per una volgarità? e per chi ruba, violenta ecc ecc quanto? ..nulla, vero? complimenti agli agenti che si sono sentiti offesi nell’onore. sarebbe stato più giusto ed onesto far finta di “non sentire” e perseguitare i veri delinquenti e non gli ultimi.

    Conviene fare i delinquenti non i vigili

    Ma che sono precisi questi vigili…..peggior categoria che possa esistere,speriamo che sia la prima a modificarsi!!!!!!

    Che c’è ………. ti hanno alesato per bene?

    Ma i vigil (antes) non ci potevano rispondere ..”a me e a Luca!” ahahahahah
    Io mi sarei fatto 4 risate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *