Palermo, Baldini: "Ecco la ricetta per fare gol" - Live Sicilia

Palermo, Baldini: “Ecco la ricetta per fare gol”

"Ho provato diverse volte Soleri come esterno in allenamento, gli ho spiegato che lo hanno fatto anche Eto'o o Mandzukic"
LA CONFERENZA
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Dopo il pareggio a reti inviolate contro il Catanzaro nel primo incontro del 2022, il Palermo torna a giocare al “Renzo Barbera” (con capienza al 50%) per affrontare il Monterosi. Domenica, a partire dalle ore 17.30, la compagine guidata da Silvio Baldini sarà impegnata nella 24^ giornata del girone C di Serie C contro il club laziale esordiente nella terza divisione italiana. L’allenatore toscano, alla vigilia dell’incontro con la squadra di mister Menichini, è intervenuto in conferenza stampa per commentare il suo secondo impegno ufficiale dopo l’insediamento nella panchina rosanero.

“Le sensazioni per il ritorno al ‘Barbera’ sono molto positive, c’è voglia di fare e di dimostrare chi siamo e il nostro valore. Dopo tanti anni credo che a volte accadono le cose se uno ci crede. Io c’ho sempre sperato e il destino si è sempre ricordato delle persone quando hanno voglia di metterci amore, passione, onestà e purezza. Quando salivo a Monte Pellegrino mi è sempre venuto questo pensiero, che avrei meritato questa chance e poi l’ho avuta. Il fatto di essere qua per me è un premio enorme per la mia vita, non per la mia carriera. Mi auguro di non mollare un centimetro, di non farmi scoraggiare se le cose non vanno bene o di esaltarmi se vanno per il verso giusto. Devo far capire alla squadra che rappresentiamo una città che ha una cultura e un modo di vedere il calcio. Dobbiamo essere gratificati se un giorno questa gente ci batterà le mani, vuol dire che abbiamo realizzato il loro sogno”.

DALL’OGLIO

Mister Baldini ha commentato l’assenza in allenamento del centrocampista ex Catania: “Ieri abbiamo preferito farlo riposare per questa botta che ha preso che gli aveva contratto abbastanza il quadricipite. Ieri ha fatto allenamento a parte con il preparatore atletico e il fisioterapista e stava molto meglio, stasera valuteremo. Più tardi ho l’ultimo allenamento, in base alle mie sensazioni sceglierò la formazione per domani. Da domani e fino alla fine di febbraio avremo circa otto partite, quindi tutti avranno la possibilità di giocare e di dimostrare che saranno utili. Io scelgo volta per volta quelli che stanno meglio. E’ fondamentale fare queste scelte, poi è normale che ci sono giocatori che caratterialmente riescono a dare qualcosa di più in certe situazioni. E anche in base a questo farò le mie scelte”.

CATANZARO

“Dopo 6 giorni di lavoro tutti insieme – spiega il tecnico rosanero in merito alla gara precedente – credo che la squadra abbia fatto una grande prestazione dal punto di vista del carattere e della voglia. Ce la siamo giocati senza alcun timore reverenziale e senza pensare che eravamo lontani da casa. Le occasioni quando non si vince son sempre perse, però visto quello che hanno fatto i ragazzi io ho molta fiducia”.

SUI SINGOLI

L’allenatore toscano ha parlato anche di alcuni suoi calciatori a livello individuale: “Brunori e Soleri sono due grandi giocatori, penso che potranno fare un’ottima carriera. A Catanzaro ha giocato prima Soleri e poi Brunori, penso che in futuro dopo almeno un mese di lavoro insieme potranno coesistere anche tra loro. Ho spiegato a Soleri che nel ruolo di esterno hanno giocato grandi campioni come Eto’o nell’Inter o Mandzukic nella Juventus. Da quando sono arrivato lo ha allenato soprattuto sull’esterno e il ragazzo ha dato risposte positive, in questo momento non possiamo provare troppe cose. Dobbiamo provare le cose essenziali e poi i risultati e il tempo che passa ci può aiutare anche a capire i giocatori se possono coesistere tra loro. Pelagotti? Questa sera farò una riunione con il preparatore dei portieri dove analizzeremo tutti i dettagli della gara e valuteremo se sarà il caso di confermare Massolo o di rimettere Pelagotti. Luperini? E’ un giocatore che a Catanzaro ha dimostrato di essere utile alla causa del Palermo. Anche altri possono giocare in quel ruolo, credo che la fortuna di una squadra è proprio avere più giocatori in più ruoli”.

MONTEROSI

“Rispetto a Catanzaro – dice Baldini sui prossimi avversari – sarà un altro tipo di gara, il campo lo andremo ad aggredire e troveremo spazi molto stretti con una squadra che cercherà di giocare di rimessa. Il diritto del Monterosi è di giocare come crede, giustamente devono gicoarsi le loro chanes perché lo sport è anche questo. Io credo che la mia squadra è forte e domani ci metterà l’anima per riuscire a conquistare qualcosa di positivo o di importante. La vittoria non dico che diventa d’obbligo, ma quello che domani sarà d’obbligo è di fare una grande prestazione e di conseguenza arriverà la vittoria. Se useremo l’aggressività di Catanzaro avremo tante possibilità di fare gol. L’ottimismo è la medicina della vita, una persona che vive senza ottimismo è già morta. Noi non dobbiamo pensare al risultato ma alla prestazione”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.