Palermo, caos rientro a scuola dopo le elezioni: la denuncia della Flc-Cgil - Live Sicilia

Palermo, caos rientro a scuola dopo le elezioni: la denuncia della Flc-Cgil

Il segretario Fabio Cirino: "Aule consegnate in stato pessimo, in alcune scuole cabine elettorali ancora montate"
IL CASO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Cabine ancora montate nelle aule, scatoloni accatastati negli angoli, pareti appena tinteggiate e riempite di nastro adesivo da imballaggio, scotch attaccato pure sui monitor dei computer.  Persino delle brandine con materasso ancora visibili nelle classi, così come basi in ferro dei tavoli lasciate in mezzo, pannelli di legno appoggiati alle finestre nei corridoi e banchi di scuola fuori posto. Un caos.

La Flc Cgil Palermo ha raccolto stamattina le segnalazioni di tre scuole, la Ic Boccadifalco Tomasi Lampedusa, l’Ic Maredoce e la Dd Nazario Sauro. “In queste scuole – dichiara il segretario generale Flc Cgil Fabio Cirino – ci hanno segnalato di aver trovato alla ripresa delle lezioni, dopo la pausa per le consultazioni elettorali, le aule consegnate in questo stato. Gli alunni sono rientrati oggi e stanno facendo lezione nel caos. E ci auguriamo che sia stata fatta almeno la sanificazione dei locali anti Covid”.

Il segretario Fl Cgil Palermo chiede alle istituzioni competenti di intervenire per eliminare i disservizi che ostacolano il corretto svolgimento delle lezioni e ripristinare il decoro e l’ordine nelle scuole. “I locali sono stati consegnati in perfetto stato e così devono essere restituiti – aggiunge Cirino –. All’Istituto comprensivo Boccadifalco Lampedusa erano state da poco dipinte le pareti e le insegnanti hanno trovato il nastro adesivo dappertutto. Per strapparlo si intaccherà la vernice. Non è modo di rispettare le scuole, sempre pronte a mettere a disposizione i loro spazi, e chiamate ora a pagare questo prezzo. Le direzioni didattiche fanno di tutto per trovare i fondi che dal Comune non riescono a ottenere per la manutenzione straordinaria, fanno di tutto per educare alla bellezza i ragazzi. E questo è il regalo. Chiediamo che le scuole vengano risistemate e che chi di competenza provveda a mettere fine immediatamente al disservizio, che sta creando grossi disagi. Capiamo che l’organizzazione per il voto per regionali e politiche può essere stato più complicato del previsto, ma chiediamo un minimo di rispetto per le scuole”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *