Altra occasione sprecata per il Palermo, è 0-0 con il Cittadella - Live Sicilia

Altra occasione sprecata per il Palermo, è 0-0 con il Cittadella

Squadra fischiata dai tifosi presenti al "Renzo Barbera" al triplice fischio
LA PARTITA
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Allo stadio “Renzo Barbera” si sfidano Palermo e Cittadella in occasione della decima giornata del campionato di Serie B. Davanti a circa 20 mila tifosi rosanero (18029 i titoli emessi), le due compagini sono in cerca di riscatto per proseguire con più tranquillità il proprio campionato. I rosa, in piena zona retrocessione, puntano alla vittoria, ormai lontana da ben quattro partite, così come per la squadra ospite.

La compagine guidata dal tecnico Edoardo Gorini, a tal proposito, è reduce da un pareggio a reti inviolate contro la SPAL. I siciliani si apprestano al match dopo il 3-3 contro il Pisa nell’ultima gara giocata sempre nell’impianto sportivo di viale del Fante. Il Cittadella, fuori dalla zona playout della graduatoria di Serie B per un solo punto, punta alla vittoria per allontanarsi ulteriormente dalla parte bassa della classifica. Una sfida, dunque, che è già un crocevia importante per entrambe le compagini.

Eugenio Corini, allenatore del Palermo, opta ancora per il 4-3-3. La formazione titolare dei rosanero è la stessa della gara precedente contro il club toscano. Pigliacelli tra i pali, linea di difesa composta da Buttaro, Nedelcearu, Marconi e Mateju. In cabina di regia ancora Claudio Gomes, affiancato da Segre e Broh. Tridente d’attacco, infine, che vede scendere in campo dal primo minuto Elia, Brunori e Di Mariano.

PRIMO TEMPO

Calcio d’inizio in programma alle ore 16.15. Le squadre entrano sul terreno di gioco, padroni di casa in maglia rosa e pantaloncini neri, ospiti in completo giallo. Primo pallone affidato al Palermo, che attacca da destra verso sinistra: l’arbitro fischia, comincia il match del “Barbera”. Primi minuti di gioco che vedono un Palermo più propositivo e attento alla gestione della palla. La squadra veneta si difende e resiste ai colpi dei rosanero, non ancora decisivi. Giunti al 20′ la gara prosegue sugli stessi ritmi iniziali, nessuna azione concretizzata fino a questo momento da una parte e dall’altra. Il Cittadella prosegue nella gestione difensiva del match, provando a far male in contropiede. Poco dopo la metà della prima frazione di gioco, i ritmi si abbassano e le due compagini tornano quasi a studiarsi cercando di trovare la corsia giusta in campo per andare in rete. Al 36′ guizzo di Di Mariano che prova la sforbiciata in area di rigore avversaria su cross di Segre, la sfera viene colpita dal numero 10 dei rosanero ma con lo stinco e non con il piede destro, dunque finisce alta sopra la traversa. Dopo due minuti ci prova Brunori a calciare in porta dal limite dell’area di rigore del Cittadella, il tiro però è debole e centrale e Kastrati para con facilità. Al 42′ ancora il capitano del Palermo prova la conclusione da fuori area, questa volta con più veemenza, ma parata sempre da un attento estremo difensore del Cittadella. Allo scadere del primo tempo i minuti di recupero saranno due. Nulla di fatto nel tempo concesso oltre i primi 45 minuti, l’arbitro fischia due volte e manda tutti negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO

Prima dell’inizio della ripresa mister Corini manda in campo Devetak al posto di Marconi. Subito dopo il direttore di gara dà il via al secondo tempo del match. Al 48′ Segre prova a sorprendere Kastrati da fuori area, la sua conclusione al volo finisce alta. Minuto 60, lascia il campo Elia e al suo posto entra Nicola Valente. Dopo due giri di lancette Di Mariano mette in mezzo una palla pericolosa dalla corsia mancina, proprio il neo entrato dei rosanero Valente si inserisce sul palo lontano ma non impatta bene la sfera e il risultato rimane in parità. Al 67′ anche mister Gorini effettua una sostituzione, entra in campo Mastrantonio che prende il posto di Lores Varela. Altre sostituzioni al minuto 73 per il Cittadella, escono Tounkara e Carriero e al loro posto ci sono Magrassi e Mattioli. Subito dopo calcio di punizione da posizione interessante per i rosanero, Valente si occupa della battuta da circa 20 metri di distanza e colpisce l’incrocio dei pali dopo una deviazione della barriera degli ospiti. Al 74′ lascia il campo Segre per Vido. All’81’ Embalo deve lasciare il campo per crampi, al suo posto entra Beretta. Dopo due minuti colpo di testa di Brunori su cross di Devetak, palla sopra la traversa. A seguire fuori per i rosanero Di Mariano e Gomes e dentro Saric e Floriano. Ultimi minuti all’arrembaggio per il Palermo che sta cercando in tutti i modi di trovare la via del gol senza mai concretizzare le occasioni create. Al 90′ il quarto uomo alza il tabellone luminoso, i minuti di recupero saranno cinque. Terminato l’extra time non c’è più tempo, il direttore di gara fischia tre volte. Palermo-Cittadella è 0-0 tra i fischi del “Barbera”.

IL TABELLINO

PALERMO: 22 Pigliacelli, 5 Gomes (dall’84’ Floriano), 8 Segre (dal 74′ Vido), 9 Brunori (C.), 10 Di Mariano (dall’84’ Saric), 14 Broh, 15 Marconi (dal 46′ Devetak), 18 Nedelcearu, 25 Buttaro, 37 Mateju, 77 Elia (dal 60′ Valente). A disposizione: 12 Massolo, 4 Accardi, 7 Floriano, 16 Stulac, 19 Vido, 21 Damiani, 27 Soleri, 28 Saric, 30 Valente, 34 Devetak, 48 Bettella, 79 Lancini. Allenatore: Corini.

CITTADELLA: 36 Kastrati, 2 Perticone, 6 Visentin, 7 Embalo (dall’81’ Beretta), 9 Tounkara (dal 73′ Magrassi), 10 Antonucci, 16 Vita, 20 Carriero (dal 73′ Mattioli), 26 Pavan, 30 Lores Varela (dal 67′ Mastrantonio), 84 Cassandro. A disposizione: 77 Maniero, 5 Del Fabro, 8 Mazzocco, 11 Beretta, 15 Frare, 17 Donnarumma, 18 Mattioli, 19 Ciriello, 29 Mastrantonio, 99 Magrassi. Allenatore: Gorini.

ARBITRO: Giua (Olbia). Assistenti: Mokhtar (Lecco) – Fiore (Barletta). Quarto Uomo: Di Cicco (Lanciano). VAR: Minelli (Varese). Avar: Bottegoni (Terni).

MARCATORI:

NOTE: Ammoniti: Cassandro, Elia, Gomes, Tounkara, Pavan, Perticone.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    E’ uno squadrone che lotterà sicuramente per la seri C.

    forza ragazzi il prossimo campionato ci ritroveremo in c con il catania che festeggera’ la sua promozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *