Corruzione ai Rotoli: ex direttore condannato, ma tanti assolti - Live Sicilia

Corruzione ai Rotoli: ex direttore condannato, ma tanti assolti

Il processo sul camposanto della vergogna
LA SENTEZA
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – L’unico condannato è l’ex direttore dei servizi cimiteriali. Cosimo De Roberto ha avuto quattro anni e 10 mesi al processo sulle tangenti per le sepolture al camposanto dei Rotoli.
Una pena più pesante della richiesta dei pm che era stato di 3 ani e 5 mesi.

Il giudice per l’udienza preliminare Lirio Conti ha assolto i titolari delle agenzie funebri Nunzio Trinca, difeso dall’avvocato Giulio Bonanno, e Natale Roberto Catalano della San Michele (avvocati Giovanni Castronovo e Silvana Tortorici), il fioraio Rosolino Lo Cicero (avvocati Vincenzo Lo Re e Federica Marasà), il seppellitore Andrea Senapa (difeso dall’avvocato Guido Galipò), e il collaboratore amministrativo del cimitero, Rodolfo Zanardi (avvocato Giuseppe Marcellino).

Ha patteggiato una pena di un anno e 6 mesi Giovanni Prestigiacomo, mentre Aldo Billeci è stato rinviato a giudizio per un capo d’imputazione e prosciolto per un altro.

Secondo la Procura di Palermo, pagando una mazzetta si poteva scavalcare la lunga lista d’attesa ed evitare che le salme andassero a sommarsi a quelle accatastate nel deposito della vergogna.

Il giudice ha anche deciso di prosciogliere le impiegate in servizio ai Rotoli Maria Grazia Martino (avvocato Lorenzo Bonaventura) e Margherita Maggiore (avvocato Cristian Casa), un dipendente di Palazzo delle Aquile, Giovanni Prestigiacomo, e un altro seppellitore, Francesco Mazza (difeso dall’avvocato Pietro Cascio).

De Roberto, difeso dagli avvocati Alessandro Campo e Giacomo Armetta, ha sempre respinto le accuse. Anche imputato di peculato per aver utilizzato il furgone comunale per il trasloco della figlia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *