Palermo, 'Sos munnizza': caro sindaco, così non va bene

Palermo, ‘Sos munnizza’: caro sindaco, così non va bene

Persone bloccate, cassonetti in fiamme. Un caos continuo.
L'EMERGENZA
di
10 Commenti Condividi

Caro Sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, così non si può. Va bene che siamo agli inizi, che ci sono ‘anni di malgoverno orlandiano’ da sanare – come ripetete spesso -, che gli uffici vanno riorganizzati, che senza soldi non si può fare niente… E possiamo metterci tutte le parentesi del mondo. Però, così non va. L’emergenza munnizza non permette alle persone di varcare cancelli condominiali. Residenti disperati pubblicano foto social, come questa. C’è chi dà fuoco ai cassonetti, raddoppiando l’allerta ambientale.

Ci vuole tempo per mettere a punto la macchina? Ma ci sono urgenze che hanno bisogno di un intervento immediato. Non è facile? Certo, non è facile. Tuttavia, nel momento in cui chicchessia si candida a sindaco, per venire eletto, abbandona di colpo ogni ‘sì, però’. I palermitani si aspettano una svolta, qualcosa. Altrimenti questo inizio di sindacatura sembrerà uno stanco prolungamento degli ultimi e fiacchi scorci dell’Orlandismo.

Allo stesso modo, carissimi palermitani, è arrivato il momento di imparare che la civiltà non rappresenta soltanto un valore etico, che sarebbe, di per sé, già sufficiente. Dobbiamo essere civili perché ci conviene. E, se si conferiscono i rifiuti fuori orario, nemmeno una organizzazione svizzera potrà porre rimedio al disastro. La responsabilità è una protezione e un gesto concreto. E non è mai troppo tardi per impararla.

Abbiamo raccontato e stiamo raccontando la crisi di Palermo. Nella sovrabbondanza della retorica e nel clamore della propaganda, la cruda realtà provoca sconforto. Sappiamo che non esistono maghi in grado di sanare tutto con uno schiocco delle dita. Però, nessun ostacolo rende accettabile il caos continuato di cui siamo prigionieri. Altrimenti a che servirebbe votare e scegliere? (Roberto Puglisi)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    La Galla aveva detto che avrebbe risolto tutti i problemi. Perché promettere quando si sa di non potere mantenere.

    Poveri palermitani votando Lagalla pensavano di aver risolto i loro problemi !!! Illusi !!!

    Aumentare(!) I controlli, fare come in Germania, multe anche solo per una cicca a terra, se non si paga pignoramento dei mobili.

    Avevo già scritto mesi fa che non sarebbe stato per nulla facile, per chiunque fosse stato eletto, risolvere i tanti problemi dopo decenni di disastri! E così sarà!

    Quanta gentuccia sento esprimere. Tutti simpatizzanti di Orlando Cascio. Lagalka non ti curare di questi ignoranti. Hai turto il tempo per far bene.
    Se fossero onesti intellettualmente avrwbbero chiesto all’ex sindavo conto e ragione.

    …la colpa è di Orlandooo!

    @Salvo Cassarà : QUOTO!

    @ Salvo Cassarà – io da sempre sostenitore di Leoluca Orlando mi sento indignato per il commento indiretto contro colui che ho sempre considerato un grande Sindaco, anzi il più grande che la nostra città abbia conosciuto nell’ultimo secolo. Se Lagalla vorrà dimostrarsi migliore di Leoluca potrà con il tempo dimostrarlo anche se sarà una impresa quasi impossibile.

    Grande sindaco Orlando? Ho letto bene??,

    La Balla……Orlando 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *