Palermo, identificato chi ha imbrattato i murales al "Barbera" VIDEO

Palermo, identificato chi ha imbrattato i murales al “Barbera” VIDEO

La Digos lo ha denunciato
7 Commenti Condividi

PALERMO – La Digos della polizia ha denunciato l’autore del danneggiamento del murale, che è stato imbrattato con delle scritte, che la società del Palermo aveva fatto realizzare sulla cancellata dello stadio Renzo Barbera per la promozione in Serie B.

E’ stato identificato grazie alla visione delle immagini delle riprese dei sistemi di videosorveglianza della zona. In alto, la clip pubblicata sui canali social del club rosanero che mostrava l’autore del danneggiamento proprio durante l’atto di rovinare i murales.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    dovrebbe dare spiegazioni di questa cretinata.

    la Digos lo ha denunciato……… cito una gag del trio aldo giovanni e giacomo “hei raga, è arrivata la Polizia, ci stiamo cagando addosso”………
    figuriamoci questa feccia umana quale timore ha nell’essere denunciata per un reato simile in italia. NON abbiamo speranze senza una dura e certa condanna .

    Se cominciamo a mettere telecamere dovunque, e dare delle punizioni esemplari anche con l’immondizia potrà migliorare

    Questo dovrebbe essere condannato a pulire con la lingua quello che ha scritto sui muri.

    attendiamo di conoscere la pena inflitta….

    Spero che gli vengano applicate tutte le pene del caso,in più un Daspo a vita,questo dentro lo stadio non deve mettere più piede!!!!!!!!!

    @ Salvo – il Daspo è un provvedimento solo sulla carta che non rispetta nessuno anche perchè nessuno controlla. Nel trascorso campionato una domenica hanno effettuato un controllo a campione a San Siro ed a momenti c’erano presenti più tifosi colpiti da Daspo che normalmente paganti…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.