Palermo, il punto sul mercato: si lavora soprattutto in mediana - Live Sicilia

Palermo, il punto sul mercato: si lavora soprattutto in mediana

La situazione in merito ai possibili movimenti di mercato per rinforzare la squadra del neo tecnico Eugenio Corini
0 Commenti Condividi

Risolto il nodo allenatore con il ritorno di Eugenio Corini, in casa Palermo è il momento di dare una forte accelerata al mercato. Il duo Rinaudo-Zavagno sta già lavorando alacremente per garantire ai rosa, come richiesto dal tecnico di Bagnolo Mella, innesti che elevino in maniera importante il livello tecnico della squadra e che possano permettergli, con il tempo, di impostare il suo 4-3-3 in vista del difficile torneo di Serie B.

DIFESA: ALLA RICERCA DI UN CENTRALE

In porta i giochi, a meno di clamorosi risvolti, sono ormai fatti: i pali rosanero saranno difesi da Pigliacelli, con Massolo pronto a giocarsi la titolarità con l’ex Craiova e il giovane Grotta a crescere dietro gli altri due estremi difensori.

In difesa sono già arrivati i primi tasselli ovvero Sala, Nedelcearu, Pierozzi e Devetak ma si cerca dal mercato un ulteriore centrale da affiancare al roccioso rumeno ex Crotone. Il nome sul taccuino di Rinaudo e Zavagno sembrerebbe essere quello di Federico Barba, centrale classe 1993 di proprietà del Benevento ma con oltre cento presenze in Serie A proprio con le streghe, con l’Empoli e con il Chievo. La società rosanero avrebbe presentato la prima offerta al club campano ma questa non sarebbe stata ritenuta sufficiente, bisognerà quindi continuare le contrattazioni per poter arrivare alla fumata bianca.

Tanti, invece, i nomi nella lista dei potenziali partenti. Rimane sempre in stallo la posizione di Somma, da sempre nel mirino del Foggia di Boscaglia ma la cui trattativa non sembra decollare, probabilmente per via dell’elevato ingaggio del giocatore voluto ai tempi proprio dall’ex tecnico rosanero. Rimane in uscita anche Crivello, che pare tuttavia non avere mercato, così come Peretti e Doda che potrebbero finire in prestito in Serie C per accumulare minutaggio.

CENTROCAMPO: RIVOLUZIONI IN ARRIVO

Il vero reparto sul quale il duo Rinaudo-Zavagno sta dedicando il grosso delle proprie attenzioni è quello del centrocampo. Il centrocampo a tre è un must del tecnico Corini, di conseguenza servono numerosi rinforzi a livello numerico e qualitativo per poter permettere all’allenatore di Bagnolo Mella di poter esprimere al meglio la propria idea di calcio.

Il nome di maggiore spessore emerso nelle ultime ore è decisamente quello di Leo Stulac. Con 81 presenze in Serie B e 49 in Serie A con le maglie di Parma, Venezia ed Empoli, il mediano sloveno sarebbe un colpo di grandissimo spessore per la categoria ma la forbice tra la domanda dell’Empoli e l’offerta del Palermo sembrerebbe ancora piuttosto ampia. Stulac sembrerebbe comunque essere, al momento, la priorità dei rosa per assicurare a Corini il colpo ad effetto in mediana.

Forte da parte dei rosa anche l’interesse per Saric dell’Ascoli, per il quale sarebbe già stata presentata un’offerta ma la società marchigiana preferirebbe cederlo in A (sulle sue tracce la Cremonese) piuttosto che rinforzare una diretta concorrente della categoria. Movimenti anche per Segre, da tempo nei taccuini rosanero e in uscita dal Torino, mentre sono stati fatti solo dei sondaggi per profili più esperti quali Vacca del Venezia e Bartolomei della Cremonese. Al ribasso, invece, le quotazioni di Calò del Genoa che dopo essere stato ad un passo dai rosa sembrerebbe essere finito indietro nelle gerarchie del mercato.

Il centrocampo del Palermo va, di fatto, verso una vera e propria rivoluzione viste le situazioni piuttosto incerte di De Rose e Luperini. Il capitano rosanero è ormai un giocatore del Cesena ma la sua cessione è stata bloccata in attesa di nuovi innesti provenienti dal mercato, una volta rinforzato il reparto il giocatore sarà liberato per ricongiungersi con il suo ex tecnico Toscano. Anche Luperini è destinato a partire, il giocatore avrebbe espresso la volontà di lasciare i rosa e sulle sue tracce ci sarebbero, oltre al già noto Perugia, anche Frosinone e Reggina. Verso la conferma invece Jeremie Broh, convincente nel pre-campionato e destinato a giocarsi le sue carte in rosanero.

ATTACCO: ESTERNO SINISTRO CERCASI

Con il ritorno di Brunori, le conferme di Valente, Floriano e Soleri e i nuovi innesti Elia e Stoppa per il reparto avanzato non sono previsti, numericamente parlando, interventi massicci. Si cerca tuttavia un profilo importante per la corsia di sinistra da poter inserire nell’undici titolare al posto di Floriano, pronto a rimanere come rincalzo di qualità.

Il nome in cima alla lista dei desideri di Rinaudo e Zavagno è quello di Francesco Di Mariano. Veterano della categoria con oltre 160 presenze, l’ala palermitana classe 1996 è stata protagonista di due cavalcate consecutive verso la Serie A con le maglie di Venezia e Lecce e Corini lo conosce già bene per averlo allenato nella sua esperienza a Novara. La trattativa tra i rosa e il Lecce sarebbe già stata avviata, il giocatore non disdegnerebbe affatto un ritorno in patria e i prossimi giorni potrebbero essere decisivi per chiudere l’accordo.

Riguardo, infine, ai nomi in uscita l’unico potenziale partente per l’attacco potrebbe essere Giuseppe Fella. A causa dei pochi posti a disposizione nella lista Over 23, l’ex Avellino e Monopoli potrebbe essere il giocatore sacrificabile per poter aggiungere nuovi tasselli di esperienza alla rosa. Destinato a restare, invece, Andrea Silipo sul quale si è espresso lo stesso Corini affermando di voler lavorare con il ragazzo per valutarne i margini di crescita e capire se può essere utile alla causa rosanero.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.