Palermo, l'appello della Dc a Lagalla: "Tenga unita la coalizione" - Live Sicilia

Palermo, l’appello della Dc a Lagalla: “Tenga unita la coalizione”

I democristiani chiedono al sindaco di far partecipare all'amministrazione della città tutte le forze di maggioranza
COMUNE
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – “La Dc ritiene utile che il sindaco faccia uno sforzo di “democristianità” per tenere insieme tutta la coalizione, trovando il modo di far partecipare all’amministrazione della città anche i partititi che non hanno eletto consiglieri”.

E’ quanto si legge in una nota della Dc, per quanto riguarda la costituzione della giunta comunale di Palermo. “La Dc – aggiunge la nota – è sempre più convinta, infatti, che la coalizione unita è il valore da custodire. Dopo avere vinto a Palermo, se il sindaco riuscirà a tesaurizzare anche l’importanza che la coalizione ha avuto nella sua interezza nel raggiungimento del risultato, darà un grande contributo nel trovare le ragioni dello stare insieme alle prossime elezioni regionali. La Dc crede altresì che insieme al primo cittadino tutti i partiti che hanno eletto i consiglieri dovranno fare la loro parte per contribuire a trovare una soluzione che trovi uno spazio di partecipazione per tutti”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Titti hanno contribuito alla vittoria.

    Unita la coalizione ovvero vogliamo assessorati e sottogoverni. Che tristezza!

    Già saltó la coalizione?Adesso dai fate di nuovo il teatrino per le regionali.Musumeci lasciali al palo !

    Chiamatevi come volete, evocate nomi storici di partiti che hanno fatto la fine che hanno fatto, dite pure che siete “NUOVI”, sono gli uomini da valutare, non le asserite novità e peccato che certi uomini che stanno dietro a tali asserite novità, non abbiano dimostrato di essere uomini di parola, ma solo soggetti assetati di potere, ed infatti:
    – Mai più politica . . . ed invece rieccolo quà;
    – Opere di bene in BURUNDI . . . siamo ancora in attesa del rapporto di tali opere di bene.
    Va bene così, per la valutazione può bastare.

    … no, non si farà condizionare! (viene quasi da ridere)

    Tenga unita la coalizione così mangiamo meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.