La morte del falegname Michele: "Un uomo buono, non si può..."

La morte del falegname Michele: “Un uomo buono, non si può…”

La tragedia in via Libertà. Il ricordo di Michele Pisciotta.
0 Commenti Condividi

“Michele era un uomo buono, un papà meraviglioso. La sua è una bellissima famiglia, molto unita e sono cari amici. Siamo troppo addolorati”. Patrizia ha scritto un messaggio Facebook per unirsi al lutto di chi ha perso Michele Pisciotta, 67 anni, falegname, vittima di un incidente sul lavoro, in circostanze da chiarire.

L’abbiamo contattata per un ricordo. Ecco le sue parole in un messaggio vocale: “Era un grande lavoratore, un bravo nonno. Io posso dirle solo cose belle. Lo sconvolgimento è grande. Morire così… E’ una disgrazia, per come abbiamo capito. Uno va a guadagnarsi il pane, sono disgrazie che non dovrebbero nemmeno succedere…”.

Secondo la cronaca fin qui disponibile, Michele Pisciotta è morto, in via Libertà, per le ferite riportate in seguito alla caduta dall’impalcatura di un palazzo.

“Ancora una volta – dice il segretario generale Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo – queste dinamiche si verificano in assenza di controlli, soprattutto nei cantieri privati. Il lavoratore è caduto da un’impalcatura ad un’altezza relativamente bassa. Ma il tema è: perché a 67 anni si continua a lavorare rischiando incidenti mortali? È purtroppo una strage annunciata. E sicuramente gli interventi recenti del governo sulle pensioni tanto agognate dagli edili sono sempre più lontani”.

“Si muore ancora di lavoro ed è inaccettabile. Esprimiamo la nostra vicinanza alla famiglia dell’operaio scomparso nell’attesa di capire le cause di questa tragedia”. Così interviene Luisella Lionti, segretaria della Uil Sicilia e Palermo.

La dinamica ed eventuali responsabilità saranno valutate degli inquirenti. Ma la domanda, a filo di cronaca, rimane, resa ancora più drammatica dalla tragedia: che ci fa un lavoratore, un papà, un nonno, a sessantasette anni, sopra una impalcatura? (Roberto Puglisi)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *