Nuovo forno crematorio, dopo sette anni sì al progetto - Live Sicilia

Nuovo forno crematorio, dopo sette anni sì al progetto

Il voto in consiglio comunale
PALERMO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Sala delle Lapidi torna a riunirsi e approva il progetto per il secondo forno crematorio al cimitero dei Rotoli di Palermo: un via libera che arriva dopo sette anni e la dice lunga sui motivi di un’emergenza che oggi sembra irrisolvibile. Era il 2015 quando il consiglio comunale dell’epoca stanziò i 2,7 milioni di euro necessari, ma per arrivare all’aggiudicazione della progettazione si è dovuto aspettare il 2020 e un ulteriore anno per i pareri dei vari enti.

Oggi finalmente il via libera ad opera non del nuovo consiglio comunale, bensì del vecchio che rimarrà in carica sino a fine luglio e forse sino ad agosto. In un’Aula poco piena e un po’ svogliata, è arrivato nel giro di pochi minuti il disco verde al progetto che, non appena diverrà realtà, aiuterà la città a non rimanere ostaggio dei continui guasti al primo (e vetusto) impianto.

Il consiglio tornerà a riunirsi domani mattina con all’ordine del giorno una delibera di peso, ossia l’aumento della Tari con le nuove tariffe 2022 che porteranno a un incasso di 133 milioni, quasi cinque in più rispetto allo scorso anno; un rincaro che sarà al centro di un confronto con la Rap e la Srr. Sempre domani l’Aula dovrebbe affrontare anche il bilancio consolidato.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.