Palermo, screening della sindrome delle apnee ostruttive del sonno

Screening della sindrome delle apnee ostruttive del sonno

PALERMO
di
Condividi

Uno screening per la prevenzione della sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS). È l’iniziativa del reparto di Pneumologia della clinica Candela di Palermo che ha dedicato un open day alla diagnosi precoce di un disturbo che affligge circa il 35 per cento della popolazione maschile e il 17 per cento di quella femminile.

Le insidiose interruzioni del sonno, spesso non diagnosticate, si manifestano con sintomi diversi in uomini e donne: nei primi con russamento, apnee, sonnolenza diurna. Mentre le donne accusano affaticabilità, cefalea, insonnia e depressione. Tutti sintomi che peggiorano notevolmente la qualità della vita e la capacità lavorativa. E che possono persino causare un incremento nel numero di incidenti stradali.

La sindrome delle apnee ostruttive del sonno è associata a un incremento del rischio di patologie cardiovascolari e metaboliche ed è frequente nei soggetti obesi, nei russatori o in caso di anomalie anatomiche delle alte vie aeree. L’OSAS tuttavia può essere facilmente diagnosticata con test domiciliari o di laboratorio come la polisonnografia ed esistono oggi trattamenti efficaci della sindrome.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Condividi