Delusione Palermo al "Barbera": vince il Südtirol di misura - Live Sicilia

Delusione Palermo al “Barbera”: vince il Südtirol di misura

La squadra di Pierpaolo Bisoli porta a casa i tre punti grazie al gol di Odogwu
LA PARTITA
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – Prima sfida nella storia calcistica tra Palermo e Südtirol al “Renzo Barbera”. La compagine di Eugenio Corini sfida quella di mister Bisoli in occasione della settima giornata del campionato di Serie B. I rosanero tornano nell’impianto sportivo di viale del Fante e inaugurano il mese di ottobre all’insegna delle partite casalinghe: ben tre match su cinque infatti il Palermo li giocherà in casa.

La squadra di Bolzano, reduce da tre risultati utili consecutivi, arriva nel capoluogo siciliano per la prima volta e ritrova il centrocampista Jeremie Broh, tornato in Sicilia dopo il prestito della passata stagione. Entrambe le compagini sono promosse dalla Serie C, gli ospiti da primi in classifica, i rosanero dopo aver vinto i playoff.

Il tecnico del Palermo, per la gara contro il Südtirol, non opta per il solito 4-3-3 ma decide di tornare al 4-2-3-1. Pigliacelli occupa il posto tra i pali, sulle corsie laterali in difesa ci sono Mateju e Buttaro; i centrali in campo sono Nedelcearu e Marconi. In mediana agiscono Segre e Stulac, mentre alle spalle di Brunori il trio offensivo è composto da Di Mariano, Floriano ed Elia.

PRIMO TEMPO

Calcio d’inizio in programma alle ore 14.00. Primo pallone affidato alla squadra ospite, che attacca da sinistra verso destra in completo bianco; il Palermo, invece, scende in campo con maglia rosa e pantaloncini neri. L’arbitro fischia, inizia il match del “Barbera”. Floriano al 3′ impegna Poluzzi con un tiro da fuori area, il portiere manda in corner la conclusione insidiosa. Nei minuti successivi le squadre si studiano cercando di trovare gli spazi ideali per poter far male. Al 16′ calcio di punizione per il Palermo dal limite dell’area di rigore dopo un ottimo inserimento di Elia mandato a terra irregolarmente da Masiello; sul pallone va Stulac che calcia ma colpisce la barriera. Sugli sviluppi dell’azione parte un contropiede del Südtirol che può diventare pericoloso ma che viene arginato dalla difesa rosanero. Minuto numero 20, la squadra ospite va in vantaggio! Pigliacelli tenta il rinvio lungo ma trova nella stessa direzione Odogwu che mette a segno il gol del vantaggio della compagine di Bisoli.

Il Palermo prova a reagire dopo il gol subito, ma non riesce a costruire azioni offensive che possano essere pericolose per il reparto difensivo avversario. Elia al 35′ prova la conclusione al volo da fuori area, la sfera non centra la porta difesa da Poluzzi. Tre minuti dopo prova a rendersi pericoloso Mazzocchi con un inserimento sulla conclusione smorzata del compagno, Pigliacelli però si fa trovare pronto e para il tiro. Al 42′ Stulac serve in area Brunori con un pallonetto che mette il numero 9 del Palermo solo davanti la porta: il centravanti dei rosanero calcia al volo con il mancino ma la sfera finisce alta sopra la traversa. Un paio di minuti dopo, conclusione pericolosa di Pompetti da fuori area che sfiora il palo alla sinistra di Pigliacelli. Al termine dei due minuti di recupero, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Il primo tempo di Palermo-Südtirol termina 0-1.

SECONDO TEMPO

Prima dell’inizio della ripresa, mister Corini effettua tre cambi: escono Buttaro, Stulac e Floriano che cedono il posto a Sala, Damiani e Soleri. Anche il tecnico ospite Bisoli effettua un cambio, dentro Rover al posto di Casiraghi. Subito dopo il direttore di gara fischia l’inizio del secondo tempo. Passano pochi secondi ed Elia si inserisce tra due difensori avversari cadendo in area di rigore, l’arbitro fischia il penalty! Subito dopo però arriva la comunicazione del VAR per rivedere l’intervento: on field review per il direttore di gara che, dopo aver rivisto l’azione appunto, annulla il calcio di rigore. Elia non è stato toccato dal difensore avversario. Al 52′ arrivano altre sostituzioni per il Südtirol: escono Berra e Pompetti, entrano Schiavone e D’Orazio. Passato un giro di lancette il Palermo colpisce la traversa dopo un cross di Di Mariano deviato dalla testa di Soleri. Al 57′ Rover supera Mateju in area di rigore e prova a calciare in diagonale da posizione ravvicinata, Pigliacelli è reattivo e para. I rosanero, dall’inizio della ripresa, ha aumentato i ritmi alla ricerca del gol del pareggio. Al 63′ entra in campo Carretta al posto di Belardinelli, fermato dai crampi. Cinque minuti dopo entra in campo Valente al posto di Marconi.

Il Palermo continua a spingere in fase offensiva alla ricerca del gol del pareggio. All’80’ Segre va in gol favorito da un rimpallo, ma la sua posizione è irregolare e la rete viene annullata. Due minuti dopo Bisoli manda in campo Curto al posto di Mazzocchi. Mister Corini invece sostituisce Elia con Vido. La gara si innervosisce negli ultimi minuti di gioco prima del 90′. I rosanero sono alla ricerca della rete che vale l’1-1 ma non riescono a rendersi abbastanza pericolosi. Il Südtirol si difende bene e cerca in ogni modo di guadagnare minuti per far scorrere il cronometro. Il quarto uomo mostra il tabellone luminoso, l’extra time concesso è di cinque minuti. Al 93′ il Palermo inanella una serie di occasione una dopo l’altra. Tutto parte da una conclusione di Vido da fuori area che Poluzzi respinge con difficoltà, sulla ribattuta arriva Di Mariano che colpisce il palo. Immediatamente dopo i rosanero provano a impensierire il portiere avversario con diversi cross e diverse conclusioni murate in ogni modo possibile dalla difesa avversaria. Terminati i cinque minuti di recupero l’arbitro fischia tre volte, Palermo-Südtirol termina 0-1.

IL TABELLINO

PALERMO: 22 Pigliacelli, 7 Floriano (cap.; dal 46′ Soleri), 8 Segre, 9 Brunori, 10 Di Mariano, 15 Marconi (dal 68′ Valente), 16 Stulac (dal 46′ Damiani), 18 Nedelcearu, 25 Buttaro (dal 46′ Stulac), 37 Mateju, 77 Elia (dall’82’ Vido). A disposizione: 12 Massolo, 2 Pierozzi, 3 Sala, 5 Gomes, 14 Broh, 19 Vido, 21 Damiani, 27 Soleri, 28 Saric, 30 Valente, 34 Devetak, 79 Lancini. Allenatore: Corini.

SUDTIROL: 1 Poluzzi, 2 Berra (dal 52′ Schiavone), 9 Mazzocchi (dall’82’ Curto), 16 Belardinelli (dal 63′ Carretta), 17 Casiraghi (dal 46′ Rover), 19 Zaro, 21 Tait (cap.), 23 Pompetti (dal 52′ D’Orazio), 26 De Col, 55 Masiello, 90 Odogwu. A disposizione: 22 Iacobucci, 33 Dregan, 4 Curto, 6 Barison, 10 Carretta, 11 D’Orazio, 18 Rover, 24 Davi, 28 Kofler, 30 Crociata, 37 Capone, 88 Schiavone. Allenatore: Bisoli.

ARBITRO: Paterna (Teramo). Assistenti: Schirru (Nichelino) – Niedda (Ozieri). Quarto Ufficiale: Gigliotti (Cosenza). VAR: Serra (Torino). AVAR: Pagliardini (Arezzo). 

MARCATORI: Odogwu (20′).

NOTE: Ammoniti: Masiello, Buttaro, Di Mariano, Tait, Marconi, Berra, Carretta, D’Orazio, Vido.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Ah Ah Ah non siete stati neppure capaci di battere i sudtirolesi di lingua tedesca, a Bolzano stanno già festeggiando con speck, wurstel e litri di birra.

    Danke Südtiroler, wir freuen uns auf ein Wiedersehen in Bozen.

    Sarebbe questo il cronoprogramma promozione voluto dalla società?????

    Corini nn e’ in grado…..cercate un allenatore

    tornatevene a Manchester, ma stavolta non pulite il centro sportivo. Vi siete stancati troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *