Amministrative Palermo, botta e risposta nel centrodestra - Live Sicilia

Amministrative Palermo, botta e risposta nel centrodestra

La nota del coordinamento regionale di Forza Italia con l'appello all'unità, la replica di Lentini
AMMINISTRATIVE 2022
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – Un appello per sostenere l’unità del centrodestra e la candidatura a sindaco di Palermo di Francesco Cascio: è quello che si legge in una nota del coordinamento regionale di Forza Italia, firmata da Gianfranco Miccichè, Nino Minardo, Massimo Dell’Utri e Roberto Di Mauro. Nel comunicato, la richiesta a Totò Lentini di unirsi all’aggregazione politica sorta intorno a Cascio.

Il testo della nota

“Costruire l’unità del centrodestra per vincere le comunali di Palermo, archiviando per sempre la disastrosa stagione della sinistra orlandiana, è stata ed è la nostra priorità. Il futuro della città deve stare al centro del confronto, superando ogni irrigidimento, ambizione personale e di partito e perfino ogni obiettivo legato ad altre e diverse scadenze elettorali.

In questo senso facciamo appello alla realtà civica di Totò Lentini a costruire una convergenza politica e programmatica, unendosi a quell’aggregazione ampia e competitiva che abbiamo realizzato intorno alla candidatura di Francesco Cascio.

A Totò Lentini ed ai suoi candidati proponiamo di unire le forze, rafforzando un ticket con il candidato sindaco, a partire dalle priorità programmatiche che condividiamo pienamente.

Insieme ad Alberto Samonà, Totò Lentini quale soggetto politico autonomista federato a Prima l’Italia saranno uomini di punta con ruoli prestigiosi della nostra squadra. Una coalizione ancora più forte e coesa che vincerà le elezioni del 12 giugno ed aprirà una nuova stagione per Palermo”.

La replica di Lentini: “Non comprendo”

“Leggo dichiarazioni di Forza Italia per un coinvolgimento delle mie liste e del mio programma nella coalizione a sostegno del candidato sindaco di Palermo Francesco Cascio. Resto sorpreso in quanto non riesco a comprendere quale possa essere il ruolo di prestigio che si possa attribuire a me e alle mie liste giacchè esiste già un ticket Cascio-Samonà. Ho l’impressione che si sia creato uno stato di confusione o un corto circuito. Il mio auspicio resta quello di un centrodestra unito che metta al centro la valenza del mio programma e delle liste che sostengono la mia candidatura nell’esclusivo interesse della città e dei paleemitani”: lo dice in una nota Totò Lentini, leader di Alleanza Palermo e Palermo città europea.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Le mie liste , poi i partitini personali , poi i cambia casacca , questo è il medioevo
    della politica , fintantoché non ci sarà una legge che vietera’ questo andazzo ,
    che non è la base della buona politica , non avremo nessuno sviluppo .
    E chi la deve fare ? I politici attuali ? Perché non indiciamo un referendum
    che parti dal basso , per fare finire questa brutta abitudine , che poi è un
    freno allo sviluppo , al futuro , alle aspettative dei nostri figli , ai giovani validi ,
    con la valigia in mano perché il feudo del lavoro è cosa loro ?

    U piruucchio ave a tusse …. in puro slang palermitano

    Berlusconi candidato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *