"Palermo, vinceremo al primo turno: Miceli non esiste" VIDEO - Live Sicilia

“Palermo, vinceremo al primo turno: Miceli non esiste” VIDEO

Le parole del senatore Renato Schifani, nella convention di Forza Italia che ha radunato i big attorno al candidato sindaco Roberto Lagalla
VERSO LE ELEZIONI
di
11 Commenti Condividi

PALERMO – “Siamo certi di vincere al primo turno, Miceli è un candidato che non esiste e Lagalla gode di un grande consenso personale”. Sono le parole del senatore Renato Schifani, a Palermo per la convention di Forza Italia che ha radunato i big attorno al candidato sindaco Roberto Lagalla.

Le previsioni

Nelle ultime settimane è stato tutto un susseguirsi di sondaggi, spesso contraddittori. “Ci aspettiamo un ottimo risultato – taglia corto Schifani nell’intervista rilasciata a LiveSicilia – la coalizione è ampia e ha scelto di convergere su un unico candidato”.

Schifani parla anche di Palermo, “una città che deve recuperare, che è stata costretta a languire dal governo di Orlando che ha lasciato un grosso deficit. Su questo da Roma daremo una grossa mano, sia alla mia città che al futuro sindaco”.

I sondaggi

“I nostri sondaggi ci danno un grande vantaggio – insiste Schifani – nei confronti di Miceli, è un candidato che non esiste. La figura di Lagalla ha grande consenso sull’uomo non c’è solo il consenso sulla forza delle liste”.

Ultimo commento sugli aspetti etici delle candidature e delle sponsorizzazioni di Cuffaro e Dell’Utri:

“Sono voci messe in giro da chi sa di perdere. Ci si confronti sui programmi, sui contenuti.

Siamo certi di vincere al primo turno”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    Sentire parlare Schifani fa proprio inorridire …… Certo che Lagalla concentra ogni nefandezza

    Questi politichesi hanno messo la gente in condizioni di dovere votare I NULLA. Pertanto la maggioranza non voterà e si presenterà l’elettorato bavoso… l’eletto avrà i voti di una minoranza elettorale vergognosa…. questi parlano di vittoria… ma di che? Solita malafede ……… Basta.

    Anche se però va riconosciuto che la sinistra palermitana sta dimostrando un gigantesco coraggio a presentarsi alle prossime elezioni comunali pur sapendo di perdere, un coraggio oserei dire paragonabile a quello dei Kamikaze giapponesi della seconda guerra mondiale…….

    Quoto Francesco! Dopo quello che hanno combinato in questa città, sono effettivamente degli eroici!

    Cosa c’è da commentare il nulla. Questi hanno la faccia di bronzo, governerebbero anche con un solo votante alle urne. Almeno si risparmino
    di dire, la gente ci ha votato, e’ un offesa alla loro stessa ” leggittimazione”.

    Cosa dobbiamo commentare il nulla. Questi hanno la faccia di bronzo, governerebbero anche con un solo votante. Almeno abbiano il buon senso di nn dire la gente ci ha votato, e un offesa alla loro stessa leggittimazione.

    Vedrete che soddisferanno tt le nostre carenze. Spazzatura, trasporti, rifiuti solidi, lavoro, pulizia delle strade e diserbazione, ville e giardini curati, asili per i bambini, traffico cittadino, ecc la lista sarebbe lunga. Vedrete troveranno una soluzione come disse qualcuno , ci manderanno in pellegrinaggio a Lourdes.

    Aime’! Resteremo sempre la Sicilia del Gattopardo. Tutto cambi, perché nulla cambi. Mah! C’è speranza che questo popolo si svegli? Fintanto che ognuno egoisticamente crede di risolvere i propri problemi,non ci sarà futuro per le generazioni a venire, e continueremo ad essere emigranti e vivere di assistenzialismo.

    Sapete perché le mille salme dei rotoli sono ancora in deposito? Perché il 13 giugno chi vincerà le comunali dirà avete visto che siamo bravi domani trasferiamo tutte le salme nel nuovo cimitero .Vi voglio fare capire il motivo per cui nessun candidato parla delle situazioni che stanno a cuore di moltissimi cittadini palermitani

    Ma dobbiamo ancora ascoltare i vecchi TROMBONI? Basta , almeno un po di buon gusto!!!!

    Tempo di elezioni: ricordate un paio di mesi fa la vicenda delle nuove linee tranviarie ed il putiferio per la bocciatura della linea A per intenderci Via della Libertà, tutto rientra e ben venga, adesso tutti insieme appassionatamente hanno detto si. Salvo ripensamenti, se funziona così allora proponiamo elezioni permanenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.