Parla il gioielliere rapinato: "Voglio subito riaprire" VIDEO - Live Sicilia

Parla il gioielliere rapinato: “Voglio subito riaprire” VIDEO

“Quelli che fanno più male, quelli che non guariscono facilmente sono i danni morali”
PALERMO
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Antonio Di Prima, il proprietario della gioielleria “Corona” che questa mattina ha subito un furto, fa una prima stima approssimativa del danno: “sono centinaia di migliaia di euro” la refurtiva che questa mattina alle 6:20 ignoti, dopo aver abbattuto una vetrata con una Fiat Panda, hanno fatto razzia di numerosi oggetti di valore. “Abbiamo subito dei danni, furti di gioielli, arredamento e quelli che fanno più male, quelli che non guariscono facilmente sono i danni morali”. Afferma a LiveSicilia Di Prima.

L’imprenditore nisseno, un mese prima dell’avvento della pandemia decideva di aprire nel capoluogo siciliano una delle sue gioiellerie. “Trovare una propria creatura ferita. Questo ho subito questa mattina”.

“Sono molto determinato, dobbiamo alzarci le maniche e domani voglio aprire. Sono convinto che non è una cosa diretta alla persona ma hanno capito che esisteva la possibilità di fare un furto simile”. Ed è proprio questa la maggiore amarezza dell’imprenditore. “Tempo fa avevo presentato all’amministrazione un progetto per mettere delle piante in cemento armato fissate a terra, proprio per evitare quello che è successo oggi. Il progetto è stato bocciato e oggi mi hanno derubato”.

Al momento la polizia attraverso l’ispettore Daniele De Vincenti sta passando al setaccio le immagini delle videocamere poste nei paraggi di via Mariano Stabile, luogo in cui questa mattina è accaduto il fatto. Nessuna testimonianza al momento, in merito al furto, seppur proprio quella zona già in quelle ore è abbastanza trafficata. L’unica ad aver avvertito la polizia, dopo aver sentito l’enorme boato causato dallo scoppio della vetrina, è una clochard.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Città perduta nel nulla, nell’abbandono, nei morti insepolti, nella mancanza di controllo e senso civico minimo. Buona fortuna Palermo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.