Partecipate Catania, Corradi in pole per Multiservizi - Live Sicilia

Multiservizi, c’è Corradi in pole per la presidenza

L'ex presidente della Sidra potrebbe adesso andare a presiedere un'altra partecipata
RIUNIONE DEL CDA
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – La voce è insistente e Alessandro Corradi non la smentisce: “Non sono stato ancora contattato, ma sono disponibile per il bene della mia città”. Sembra che la prossima settimana sia fissata una riunione del Consiglio di amministrazione della Multiservizi, l’ammiraglia delle società partecipate del Comune di Catania. In quell’occasione due nomi dovrebbero andare verso la riconferma, mentre quello del presidente dovrebbe cambiare: l’avvocata Serena Spoto potrebbe essere sostituita proprio Corradi. Sarebbero confermati, invece, la consigliera Alessia Trovato e il consigliere Antonino Di Giovanni.

Le nomine devono essere fatte dal sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, in qualità di rappresentante del socio unico, il Comune di Catania. “Con lui non ho parlato – spiega l’avvocato Corradi a LiveSicilia – Sono certo che stia valutando anche altre personalità, ma non mi stupirebbe sapere che in effetti io possa essere uno dei nomi a cui si pensa. Ho già dato la mia disponibilità ad aiutare la città come meglio è possibile, l’ho fatto in passato e lo rifarei ancora”.

Corradi è stato consigliere comunale dal 2008 al 2013 in quota PdL. “Sono sempre stato un uomo di centrodestra”, dice lui. Il suo centrodestra, già a quei tempi, parlava di vicinanza con il mondo dell’Udc e con l’attuale deputato regionale Luca Sammartino. “È tutt’ora un mio caro amico”, conferma l’avvocato. Conclusa l’esperienza consiliare, e cambiata l’amministrazione, a Corradi tocca in sorte la presidenza di un’altra partecipata: la Sidra. “Un ruolo tecnico”, si schernisce lui. A nominarlo è l’allora sindaco Enzo Bianco.

Nel 2018, dopo l’elezione a sindaco di Salvo Pogliese, il passo indietro dalla Sidra per permettere l’arrivo di una nuova governance. Il nome di Corradi torna a essere sussurato nei corridoi di Palazzo quando si parla di nomine alla Sidra e poi all’Acoset. Nell’estate 2021, poi, la preparazione alle elezioni amministrative di Misterbianco segna lo spartiacque: “Con il mio amico Aldo Parrinello (ex assessore di Nino Di Guardo, oggi assessore di Corsaro, ndr) abbiamo scelto di sostenere la candidatura di Marco Corsaro“, forzista eletto sindaco con il sostegno straripante del centrodestra unito. Meno Sammartino. Così a luglio arriva l’annuncio ufficiale: Corradi transita in Fratelli d’Italia. Accompagnato per mano dall’ex collega consigliere comunale, oggi candidato alle elezioni regionali 2022, Dario Daidone.

Un percorso che potrebbe portare Corradi nuovamente a presiedere una partecipata. Nonostante il rischio di doverla lasciare dopo appena un anno dalla nomina, quando le elezioni amministrative di Catania potrebbero cambiare il quadro politico cittadino.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.