Polizia penitenziaria, concorso per 104 funzionari amministrazione - Live Sicilia

Polizia penitenziaria, concorso per 104 funzionari amministrazione

I requisiti per partecipare ed entro quando dovrà essere presentata la domanda
LAVORO
di
0 Commenti Condividi

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso per il reclutamento di 104 unità che andranno a ricoprire il profilo di funzionario giuridico-pedagogico, area III, nei ruoli del Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria.

Il personale che supererà l’iter concorsuale otterrà un contratto a tempo indeterminato. La presentazione delle domande deve avvenire entro il termine perentorio del 24 novembre 2022.

Concorso per funzionari amministrazione penitenziaria: posti a concorso

Il concorso per l’assunzione di 104 funzionari con competenze giuridiche e pedagogiche prevede che il 20% dei posti sia riservato al personale appartenente ai ruoli del Ministero della Giustizia, compresa l’amministrazione penitenziaria, appartenenti alla II area funzionale, con i requisiti che andremo ad elencare di seguito.

Concorso per funzionari Amministrazione penitenziaria: requisiti

Per partecipare al bando di concorso per 104 funzionari occorre che il candidato sia in possesso dei seguenti requisiti:

  •  Cittadinanza italiana o di Paesi dell’Unione europea;
  •  Godimento dei diritti politici e civili;
  •  Diploma di laurea in scienze dell’educazione, della formazione, giurisprudenza, psicologia, sociologia, programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi, metodi per la ricerca e titoli equiparati ed equipollenti;
  •  Idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni;
  •  Qualità morali e di condotta.

Concorso funzionari amministrazione penitenziaria: prove

La selezione si articola in una prova scritta e una orale, nella quale verranno accertate anche le conoscenze della lingua inglese e l’uso delle apparecchiature elettroniche e le nozioni informatiche.

La prova scritta prevede domande a risposta multipla su:

  •  Ordinamento penitenziario;
  •  Pedagogia.

Coloro i quali supereranno lo scritto con il punteggio di almeno 21/30 potranno accedere all’orale e rispondere a domande di:

  •  Diritto costituzionale;
  •  Psicologia;
  •  Sociologia del disadattamento;
  •  Criminologia;
  •  Scienze dell’organizzazione.

I vincitori del concorso (l’orale si supera con almeno 21/30) potranno realizzare il sogno di firmare un contratto a tempo indeterminato. Però, occorre fare una precisazione: la disposizione sul territorio dei posti assegnati dipenderà esclusivamente dalla necessità degli istituti penitenziari e non ci sono preferenze esprimibili in tal senso.

Si verrà assegnati sulla base della posizione in graduatoria e per fare domanda per il cambio sede si dovrà attendere cinque anni da svolgere nella sede assegnata.

Concorso funzionari amministrazione penitenziaria: come inviare la domanda

La domanda può essere inviata soltanto per via telematica. Per accedere al sistema e compilare il modulo previsto lo si può fare tramite l’identità digitale SPID sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia. La domanda va compilata con nome e cognome, data di nascita e codice fiscale, l’iscrizione alle liste elettorali, la prova di non aver riportato condanne penali e di rispettare i requisiti sopra richiesti. Inoltre, sempre nella domanda bisognerà indicare l’eventuale possesso di titoli riserva, altrimenti non saranno presi in considerazione. L’inoltro della domanda di partecipazione deve avvenire entro e non oltre il 24 novembre 2022.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *