Precari della regione stabilizzati | La Cisl Fp: "Un traguardo storico" - Live Sicilia

Precari della regione stabilizzati | La Cisl Fp: “Un traguardo storico”

Incontro dell'assessore coi precari della Regione organizzato dalla Cisl Fp Sicilia

Montera: "Entro ottobre si risolva la vertenza dei 'comma 2'". Soddisfazione anche dalla Cgil

LA NOTA
di
5 Commenti Condividi

“La stabilizzazione di 313 lavoratori precari della pubblica amministrazione regionale è un traguardo storico. Un obiettivo raggiunto dopo anni e anni di trattative, impegno, sacrifici. Sacrifici portati avanti soprattutto da questi dipendenti, che hanno lavorato e svolto le loro mansioni senza mai tirarsi indietro, fino a diventare imprescindibili, sempre portando sulle spalle il peso della precarietà. Vedere oggi le loro ambizioni realizzarsi è una grande soddisfazione per il nostro sindacato che da sempre è stato al fianco di questi lavoratori per ottenere il rispetto dei loro diritti”. A dirlo è Paolo Montera, segretario generale della Cisl Fp Sicilia, in una nota commentando la notizia annunciata dalla Presidenza della Regione Sicilia della firma di 313 contratti a tempo indeterminato per altrettanti lavoratori precari.

“Grazie alla proficua collaborazione con l’assessore alla Funzione pubblica Bernardette Grasso, siamo riusciti a portare avanti battaglie di livello che si trascinavano da anni. Ora, dopo la stabilizzazione dei precari dei Comuni e, adesso, dopo quella dei precari storici della Regione, ci impegneremo affinché il risultato sia lo stesso anche per gli altri 282 precari, i cosiddetti ‘comma 2’, e il tempo stabilito non si sposti effettivamente oltre ottobre”, aggiunge Montera. “Accogliamo con soddisfazione questo risultato – commenta anche Fabrizio Lercara, segretario regionale della Cisl Fp Sicilia, con delega per i dipendenti regionali – ottenuto con molta dedizione. La stessa che metteremo per le assunzioni di ottobre degli altri precari della Regione e che stiamo mettendo nel processo in corso all’Aran Sicilia, che dopo la firma del nuovo contratto dei regionali, ci vede impegnati per il rinnovo del contratto della dirigenza e la riclassificazione di tutto il personale attualmente in servizio alla Regione. Un passaggio fondamentale per un radicale rinnovamento della burocrazia regionale che consenta di offrire servizi più efficienti ai cittadini”.

“Un obiettivo storico, di grande rilevanza sociale”, dicono il segretario generale della Fp Cgil Sicilia, Gaetano Agliozzo, e il coordinatore regionale, Franco Campagna. “È il giusto e meritato riconoscimento -aggiungono- all’impegno e ai sacrifici di questi dipendenti, i quali, nel corso degli anni, hanno sempre prestato, con grande senso di responsabilità, la loro attività e le loro mansioni nell’interesse della pubblica amministrazione e quindi al servizio della collettività. E oggi vedono coronata questa legittima aspettativa”. “Per noi, che da tempo ci battiamo e adoperiamo affinché questo processo potesse concretizzarsi, rappresenta un grande successo ed è motivo di orgoglio. Ora mettiamoci subito al Tavolo e al lavoro – evidenziano Agliozzo e Campagna – per tagliare altri due significativi traguardi: quello per la stabilizzazione degli altri 282 precari, i cosiddetti ‘comma 2″, e quello per la stabilizzazione dei lavoratori in servizio negli enti in dissesto”. “Ci auguriamo che anche rispetto a questi due percorsi – concludono Agliozzo e Campana – l’assessore regionale alla Funzione Pubblica Bernadette Grasso, riesca ad imprimere, con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali, la stessa positiva svolta”. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Vergognatevi. Avete abbandonato chi per quasi 10 anni ha lavorato presso l’Asi di Palermo. Abbandonato perche’ unico lavoratore che vanta il diritto alla stabilizzazione.

    Impegnatevi anche per il contratto dei dirigenti… così come promesso tante volte…14 anni…

    campagna elettorale al massacro? Tanto paga chi lavora

    Perché interessa così tanto e solo alla Cisl la stabilizzazione dei precari, sembra da questo articolo è dalle uniche parole dell’unico sindacato cioè la Cisl, che sono gli unici lavoratori da seguire con attenzione. Resto perplesso sul futuro di tutti i lavoratori, possibile che non esistono altri sindacati e altri problemi di lavoro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *