Area metropolitana Catania, l'indifferenziata sarà presa due volte al mese

Rifiuti, l’indifferenziato sarà raccolto soltanto due volta al mese

Sono nove i comuni etnei pronti a una svolta radicale. L'annuncio del presidente della Ssr dell'area metropolitana, Francesco Laudani
AMBIENTE
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – In nove comuni del Catanese dal prossimo 1 giugno il rifiuto indifferenziato verra’ raccolto solamente due volte al mese. Sono: Nicolosi, Pedara, Ragalna, San Gregorio, Santa Maria di Licodia, Trecastagni, Valverde, Viagrande e Zafferana Etnea. L’iniziativa, della Ssr Catania area metropolitana, e’ stata presentata stamane a Catania e mira a “promuovere – afferma la societa’ – una raccolta differenziata sempre piu’ spinta per ottenere un doppio obiettivo: economico, con un risparmio determinato dalla minore quantita’ di immondizia portata in discarica e, ambientale, a salvaguardia dell’ecosistema naturale del pianeta”.

Il presidente della Srr

“Dobbiamo spingere ulteriormente – ha detto il presidente della Srr Francesco Laudani – la raccolta differenziata e ridurre ancora l’indifferenziato da conferire in discarica. L’obiettivo e’ permettere a tutti i Comuni della Srr di lanciare il progetto ‘Differenziamo per differenziarci. Tra l’altro, con quest’iniziativa i Comuni avranno il vantaggio che nel giorno in cui non si fara’ raccolta indifferenziata gli operatori ecologici potranno essere destinati ad altre mansioni di igiene urbana come lo spazzamento e la scerbatura. Nelle realta’ territoriali dove il progetto e’ gia’ partito. Abbiamo ottenuto ottimi risultati, superando l’80% di differenziato raccolto. Questo perche’ le persone tendono a differenziare ancor di piu'”


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    E hanno il coraggio di fare pagare sempre più tasse, a fronte di servizi pessimi,
    VERGOGNA
    Cittadini ribellatevi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.