Rischio crollo in via Montepellegrino| E allo Zen si stacca l'intonaco - Live Sicilia

Rischio crollo in via Montepellegrino| E allo Zen si stacca l’intonaco

Sul posto i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza la struttura. Sopralluogo coi tecnici dell'Edilizia pericolante in una struttura fatiscente davanti alla quale, chi aspetta l'autobus, teme il crollo.

 

INTERVENTI ANCHE AD ALTOFONTE
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Paura stamattina allo Zen 2, dove parte dell’intonaco esterno di un palazzo in via Agesia di Siracusa si è staccato finendo per strada. I residenti che vivono al civico 6 hanno lanciato l’allarme ai vigili del fuoco che si sono recati sul posto per mettere in sicurezza la struttura. Richieste d’intervento anche da via Montepellegrino e da via Altofonte.

Nel primo caso di tratta di un vecchio edificio che si trova al civico 169. E’ abbandonato e – come spiegano dal comando provinciale dei vigili del fuoco – è già stato interessato da un primo intervento in attesa di un provvedimento definitivo da parte del Comune. Ad avere paura che il palazzo si sbricioli su se stesso sono soprattutto coloro che aspettano l’autobus: davanti alla struura fatiscente c’è infatti una fermata dell’Amat. Il sopralluogo di oggi avverrà quindi, insieme ai tecnici dell’Edilizia pericolante.

Verifiche in corso anche in via Altofonte: una donna ha segnalato diverse lesioni all’interno del proprio appartamento che si trova in un palazzo di cinque piani. In numero degli interventi è lievitato da almeno tre mesi, dal giorno del tragico crollo in via Bagolino che è costato la vita a quattro persone.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Questo palazzo è il simbolo del degrado e della trascuratezza in cui versa gran parte del centro storico, ma come vediamo anche aree più periferiche. E’ praticamente un rudere, di cui si accorgeranno solo quando crollerà. Ma poi mi chiedo……perchè non spostano almeno la fermata degli autobus? stare fermi li è un pericolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.