Sacra, jazz e folk |Tutta la musica della settimana - Live Sicilia

Sacra, jazz e folk |Tutta la musica della settimana

Gli appuntamenti in agenda.

Palermo
di
0 Commenti Condividi

PALERMO –  Dalla musica sacra all’omaggio a Rosa Balistreri: tanti gli appuntamenti musicali in agenda questa settimana a Palermo.

Stasera alle 21.00 secondo appuntamento della 57esima edizione della Settimana di Musica Sacra inaugurata ieri sera nel Duomo di Monreale, e che si terrà fino al 17 dicembre nei luoghi del percorso arabo normanno di Palermo, Monreale e Cefalù. In programma (Duomo di Monreale): l’Ensemble giovanile dell’Orchestra Sinfonica Siciliana che proporrà ”The armed man: a mass for peace”, una Messa per la pace diretta da Giovanni Mirabile, con diversi cori giovanili e voci bianche provenienti da tutta la Sicilia. La Sinfonia n. 9 eseguita ieri sera al Duomo di Monreale sarà proposta senza il Te deum, stasera alle 21.00, al Duomo di Cefalù e il 14 dicembre alle 21.00 alla Cattedrale di Palermo. Terzo appuntamento: domani 14 dicembre alle 21 al Duomo di Monreale con il concerto “O Dulcis Virgo Maria”, musica per contralto nel barocco sacro con Ignazio Maria Schifani, maestro al cembalo, Adriana Di Paola, contralto, Ensemble di musica antica “Alessandro Scarlatti” del Conservatorio di Palermo (Gabriele Pro, violino – Valeria Caponnetto, violino – Andrea Beatriz Lizarraga, viola – Alice Mirabella, violoncello – Michele Li Puma, contrabbasso). In programma musiche di Giovan BattistaPergolesi (1710-1736)  Salve Regina per alto, archi e continuo; Antonio Vivaldi (1678-1741) Concerto per archi e continuo – RV 110; Georg Friedrich Haendel (1685- 1759) He was despised (dal Messiah) – HWV 56 ; Antonio Vivaldi (1678 – 1741) Concerto per archi e continuo – RV 120, Stabat Mater per alto, archi e continuo – RV621. Ingresso libero a tutti gli appuntamenti con inizio dei concerti alle 21.00. Info: 091 6072532.

Stasera alle 20.00 musica british con gli Hard Lemons al Cantavespri (vicolo Valguarnera, 8) per il Brit Festival, una speciale rassegna di musica dal vivo “Brit” che spazierà dagli anni ’60 sino ai nostri giorni. Sul palco questa settimana gli Hard Lemons, con un repertorio che attraversa la storia del brit pop e del rock, con brani dei Beatles e degli Oasis passando per i Rolling Stones, gli Who, David Bowie, i Verve, gli Stereophonics, i Blur e Paolo Nutini. Dalle 20.00 aperitivo servito al tavolo.

Stasera alle 21.30 i giovanissimi Sharon Di Leo e Stefano Greco in concerto al Ridotto dello Spasimo, sullo storico palco del Blue Brass per la rassegna “Brass Talent” della Fondazione The Brass Group. I due giovani artisti, per l’occasione saranno accompagnati dai maestri Giuseppe Preiti al piano, Giuseppe Costa al contrabasso, Giuseppe Madonia alla batteria. Costo del biglietto € 5.00 incluso i diritti di prevendita acquistabili presso il circuito www.ticksweb.com e i punti vendita autorizzati, nei due punti di prevendita, uno presso il Real Teatro Santa Cecilia (091 8875201, 091 8875119, dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.30 alle 12.30) e presso Santa Maria dello Spasimo (091 7782860, 091 7782861, dal lunedì al venerdì a partire dalle 15.30 alle 19.30. Info: 091 7782860, 3312212796, info@thebrassgroup.it.

Giovedì 14 dicembre alle 22.00 Eugenio in Via di Gioia in concerto a I Candelai (via Candelai 92/94). Gli Eugenio in Via di Gioia sono quattro giovani torinesi con un’anima busker che passano dalla tradizione delle balere, allo swing, approdando al nu-folk. Imprevedibili sul palco, giocosi e ambiziosi nel loro immaginario, ogni loro video si trasforma in un evento, dalle pagine dei social o dei magazine. ll 14 aprile è uscito il loro secondo album “Tutti su per terra” (LibellulaMusic 2017) registrato e prodotto a Palermo nello studio di Indigo. Nove brani tra cantautorato e nu-folk, adagiati su testi che giocano con le parole sia a livello lessicale che fonetico, dando vita ad un immaginario artistico profondamente personale e a tratti stralunato. Un lavoro che racconta una relazione, quella tra l’uomo e il Mondo, del tutto rivoluzionata, capovolta, a testa in giù. Il disco a poche ore dalla sua uscita si colloca alla posizione 50 della classifica italiana di iTunes e alla posizione 5 della “Alternative chart”. Info: info@indigomusic.it

Venerdì 15 dicembre alle 20.30 aperitivo “borbonico” con pizza fritta napoletana e live music (ore 22.00) con Marina Vox al Santa Cecilia Pub & Bistrot (via Divisi, 5). Il locale propone una rassegna di musica in acustico tutti i venerdì. Info e prenotazioni tel. 388 9904637

Venerdì 15 dicembre alle 22.00 Forme d’Arte in Musica con i The Blue Cavern (Pippo Cusimano, chitarra e voce; Daniele Capritti, chitarra solista e voce; Piero Pernice, basso e voce; Ignazio Mannelli, batteria) e il loro omaggio ai The Beatles da Forme d’Arte Isola di Cibo e Cultura (via Giuseppe Patania, 34). Ore 20.30 cena a buffet al costo di € 15.00 (incluso calice di vino o birra alla spina), ore 22.00 concerto. Info e prenotazioni tel. 347 5535046.

Sabato 16 dicembre alle 18.00 Incontri d’autore al Castello Maredolce a Palermo (Vicolo del Castellaccio, 21/23) con Giovanni Mattaliano e il Liberation Creative Ensemble in “TarantaMed”. Un concerto che vedrà sulla scena Giovanni Mattaliano ai clarinetti, il flautista improvvisatore Benedetto Basile e il compositore contrabbassista Massimo Patti insieme ad un giovane ensemble composto dai musicisti del corso creativo di fiati tenuto quest’anno all’interno del progetto europeo Giardini Condivisi e Memorie Sceniche. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Sabato 16 e domenica 17 dicembre alle 19.00 “Star-Goethe ritorno in Sicilia”, performance sonora al buio al Teatro Atlante (piazza Croce dei Vespri, 8) con il violinista Alessandro Librio e Stefania Orsola Garello. I due artisti intraprendono un viaggio per ripercorrere i luoghi visitati da Goethe a distanza di due secoli.

Durante la performance ci si interrogherà su quanto è rimasto di quei tesori e su quanto abbiamo saputo proteggerli e custodirli e verrà ricostruito il paesaggio sonoro descritto nei  testi, traducendone le parole e i luoghi in suono. “Star-Goethe” diventa un modo per recuperare l’originario legame tra musica, poesia e lirica, per giungere ad un paesaggio sonoro che fondi presente e passato. Info e biglietti: 366 5010982.

Sabato 16 dicembre alle 19.30 terzo appuntamento della rassegna “Chitarristi in Sicilia” ideata da KemoniaSpazioMusica con un concerto di chitarra classica con Alessandro Profita e Agnese Ferrari nella chiesa di S. Francesco di Paola (piazza S. Francesco di Paola). I due giovani giovani artisti sono diplomati al Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo e sono fondatori inoltre dell’associazione Culturale Musicale Praeludium. Ingresso gratuito.

Sabato 16 dicembre alle 20.00 i Tre Terzi live al Vintage Club (via Piccola Teatro Santa Cecilia). Alle 20:00 apericena con consumazione alcolica basic al costo di € 13.00, solo su prenotazione, fino ad esaurimento posti. Alle 22.30 l’inizio del concerto. Info e prenotazioni: 091 6167222 (dalle 18:00), 392 6578309 Gaetano Santoro, 320 2838328 Chiara Filizzola, 328 7437906 Giorgio Di Maio.

Sabato 16 dicembre alle 20.30 (replica alle 22.15) Camille Bertault in concerto al Teatro Santa Cecilia per la nuova stagione “Brass in Jazz” della Fondazione The Brass Group. C. Bertault è un giovane e vivace talento, una vocalist che swinga con naturalezza come le grandi del passato, un’autrice matura. Biglietti acquistabili presso il circuito www.ticksweb.com e i punti vendita autorizzati, nei due punti di prevendita, uno presso il Teatro Santa Cecilia (091 8875201, 091 8875119, dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.30 alle 12.30) e presso Santa Maria dello Spasimo (091 7782860, 091 7782861, dal lunedì al venerdì a partire dalle 15.30 alle 19.30). Info: 091 7782860, 3312212796, info@thebrassgroup.it.

Sabato 16 dicembre alle 21.00 nell’ex chiesa di S. Mattia ai Crociferi (via Torremuzza, 28) nuovo appuntamento della rassegna invernale di Palermo Classica dedicata a Chopin, “Amare Chopin”, con una pianista che ha già ottenuto un bel successo nei due precedenti festival, invernale ed estivo: Nadejda Tzanova. In programma: Walz, Polonaise e tre Notturni per chiudere con lo “Scherzo n.2 in Sib. Min. Op.31”, ardito e tenero, una delle pagine più conosciute di Chopin. Info: nella nuova sede di Palermo Classica (via Paolo Paternostro, 94 – 091 7740969 091 7740968), sul sito: www.palermoclassica.it e www.amarechopin.it. Acquisto online dei biglietti: www.ciaotickets.com. Nadejda Tzanova il giorno precedente (venerdì 15 alle 19.30) sarà anche al CHA (via Velasquez 28) per incontrare il pubblico, parlare della sua musica e proporre un’anteprima del concerto. Ingresso libero.

Sabato 16 dicembre alle 21.15 “Rosa, la cantautrice del Sud”, concerto omaggio a Rosa Balistreri al Teatro Lelio, con Debora Troìa, Tobia Vaccaro, storico chitarrista di Rosa Balistreri e Wanda Modestini (violoncellista). Lo spettacolo è una pièce musicale per voce recitante e canto che narra la storia di Rosa Balistreri, attraverso i canti della tradizione popolare siciliana. Biglietti € 10.00. Info e prevendite: tel. 380 3329142, 091 6819122.

Sabato 16 dicembre alle 21.30 secondo appuntamento della rassegna di musica silenziosa “Shhh!” all’Arci Porco Rosso (Piazza Casa Professa, 1) con gli Sleepy Train, duo palermitano formato da Giorgia Rampulla e Angelo Ganazzoli che insegue le sonorità country folk su chitarra banjo e armonica a bocca. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Indigo e prevede una serie di concerti in un’atmosfera intima data dalla totale assenza di amplificazione e percussioni. Prossimi appuntamenti: 22 dicembre con la giovane cantautrice Aurora D’Amico, il 29 dicembre con Sergio Beercock. Info: 320 7889409.

Sabato 16 dicembre alle 22.00 gli Aristocrasti in concerto da Forme d’Arte Isola di Cibo e Cultura (via Giuseppe Patania, 34) con il nuovo album “Per la strada”. Gli Aristocrasti sono un gruppo nato nel 2016 a Palermo con l’intenzione di riportare alla luce il “Grande” cantautorato italiano di artisti come Dalla, Battisti, De Gregori, De Andrè, Pino Daniele, Paolo Conte, Capossela, contaminandoli con “medley” o “temi” di derivazione jazz-swing, Blues o Reggae. La formazione è composta da: Giuseppe Lana al pianoforte e voce, Mattia Franchina al contrabbasso, Sandro Giambruno alla batteria. Ore 20.30 cena a buffet al costo di € 15.00 (incluso calice di vino o birra alla spina), ore 22.00 concerto. Info e prenotazioni tel. 347 5535046.

Domenica 17 dicembre alle 18.00 (replica alle 21.00) Palermo Spiritual Ensemble in concerto al Teatro Santa Cecilia. Il gruppo, costituito da varie tipologie vocali propone un concerto che unisce il Jubilee neroamericano più tradizionale, le esecuzioni austere del bel canto più vicine alla religiosità ed al modo di pregare bianco-europeo, non tralasciando la voglia di sperimentare. Il gruppo vanta collaborazioni ed esperienze nel panorama della musica nazionale oltre che regionale. Alla voce:  Anna Bonomolo, Gabriella Portallo, Giampiero Militello, Vito De Canzio. Diego Spitaleri al piano e tastiere, Dino Pizzuto alle tastiere, Aldo Messina al basso elettrico, Sebastiano Alioto alla batteria. Biglietti presso il circuito www.ticksweb.com e i punti vendita autorizzati, nei due punti di prevendita presso il Teatro Santa Cecilia (091 8875201, 091 8875119, dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.30 alle 12.30) e Santa Maria dello Spasimo (091 7782860, 091 7782861, dal lunedì al venerdì a partire dalle 15.30 alle 19.30). Info: 091 7782860, 3312212796, info@thebrassgroup.it.

Domenica 17 dicembre alle 21.30 Cristina Donà in concerto a I Candelai per festeggiare 20 anni di carriera con “Stelle buone tour” dedicato al primo album, Tregua del 1997. Venti anni fa Cristina Donà emerse dal ricco mondo della nuova musica milanese dei primi anni ‘90 portandosi nella voce una visione senza confini. Prima da sola, chitarra e voce, poi con altri artisti come Manuel Agnelli. È così che arrivò “Tregua”, da lui prodotto, che deflagrò nella scena musicale di quel periodo come una novità assoluta. Un esordio sorprendente destinato a diventare un punto di riferimento, e non solo al femminile, per il rock di matrice mediterranea, che fece sobbalzare pubblico, critica, colleghi, ottenendo i più prestigiosi riconoscimenti esistenti in Italia. Otto album e centinaia di concerti in Italia e in Europa, Cristina Donà ha dato vita ad un lungo e felice percorso artistico di cantautrice, che la distingue nel panorama musicale contemporaneo. Il repertorio del live legato a “Tregua” sarà completato dai brani simbolo della sua carriera e da alcune cover di grandi artisti italiani e internazionali. Sul palco ci saranno parte dei musicisti che accompagnarono Cristina in quel periodo, come Cristiano Calcagnile alla batteria (al quale sono affidati anche gli arrangiamenti di questo live) e Lorenzo Corti alla chitarra, coadiuvati da Danilo Gallo al basso e Gabriele Mitelli alla tromba. Biglietti su Tick’s Web.

Domenica 17 dicembre alle 21.30 Gianni Gebbia trio in concerto al Malox (Piazzetta della Canna). Il noto sassofonista e compositore siciliano Gianni Gebbia ha creato questo nuovo trio elettrico nel 2016 con lo scopo di concentrarsi sulle proprie composizioni e melodie sviluppate in un lunghissimo arco di tempo: dai primi anni ‘80 ad oggi, attraversando la folk e la world music, l’improvvisazione radicale e il jazz contemporaneo. Nell’Electromagnetic Trio vi è una speciale attenzione sui moduli ipnotici e ripetitivi accanto allo sviluppo di melodie derivanti dalla tradizione musicale delle isole del Mediterraneo. Per l’occasione Gianni Gebbia ha ripreso l’utilizzo del sax soprano con il quale ha iniziato la sua carriera concertistica. Lo accompagnano in questa ricerca il bassista Luca La Russa ed il batterista Carmelo Graceffa, due giovani e solidi musicisti che supportano e sviluppano le idee del sassofonista con grande intensità. Info: 371 1768843.

Domenica 17 dicembre alle 21.30 “Lampemusa”, di e con Giacomo Sferlazzo al Circolo Arci Tavola Tonda dei Cantieri Culturali alla Zisa (Padiglione 18A). Un progetto nato dalla ricerca sulla storia dell’isola di Lampedusa e dall’esperienza diretta del cantautore che dal 2009 insieme al Collettivo Askavusa è stato attivo sull’isola occupandosi di temi come le migrazioni, la militarizzazione del territorio, i disastri provocati dal turismo di massa e la gestione dei servizi di base come l’acqua, l’energia elettrica, la nettezza urbana. Una delle esperienze più importanti del collettivo è stata quella della raccolta degli oggetti appartenuti alle persone “migranti” di passaggio sull’isola che oggi sono in “mostra” a PortoM lo spazio autogestito dal collettivo Askavusa. Uno spettacolo fatto di canzoni e racconti che dal 2013 è stato messo in scena decine di volte in tutta Italia. Ingresso € 3.00.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.