Sicilia, Salvini: "Serve soluzione che compatti il centrodestra" - Live Sicilia

Salvini e la Sicilia: “Il modello Draghi qui? Fantapolitica”

Il nodo Musumeci
REGIONALI
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – “Adesso dobbiamo pensare a battere la sinistra per ridare ossigeno a una Palermo mai così in affanno e che sconta un decennio di scelte pessime. E ricordo che il 12 giugno si votano anche i referendum sulla Giustizia: i media ne parlano poco, soprattutto la tv, ma i cittadini hanno la storica occasione di voltare pagina”. Così il leader della Lega Matteo Salvini che in una intervista a La Sicilia parla dei prossimi appuntamenti elettorali in Sicilia tra comunali e regionali, oltre che i referendum che riguardano il Paese.

Sulla trattativa nel centrodestra per un candidato unitario alle prossime Regionali: “Chi, su Palermo città, ha fatto un passo indietro per amore dell’unità. Sono convinto verrà trovata una soluzione condivisa e soddisfacente per tutti. I cinque anni di Musumeci? Ascolto il giudizio dei siciliani e prendo atto dei sondaggi: non mi sembrano brillanti. Ci si aspettava una rivoluzione coraggiosa, a partire da rifiuti e trasporti… Nomi? Ribadisco che decideranno i siciliani, e ne parleremo a tempo debito. La Lega ha la fortuna di avere donne e uomini di valore”.

E ancora: “Dobbiamo trovare una soluzione che rassereni e compatti tutta la coalizione. Un passo alla volta”. Salvini parla anche delle polemiche su Dell’Utri e Cuffaro: “A Palermo non danno loro le carte. È il solito doppiopesismo della sinistra che criticò un eroe come Falcone”.

Sull’ipotesi di un modello ‘Draghi’ in Sicilia, Salvini risponde che “con Pd e 5Stelle l’esperienza di governo nazionale è molto difficile e quindi escludo verrà riproposta, a Roma come su altri territori” perché “siamo portatori di valori e priorità diverse” e quindi “lasciamo ad altri polemiche e fantapolitica”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Se i migliori sono quelli al governo con Draghi allora preferirei di gran lunga i peggiori…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.