Sammartino: "Difenderò le produzioni tipiche" - Live Sicilia

Sammartino: “Difenderò le produzioni tipiche”

L'assessore ha partecipato alla kermesse di Coldiretti.
AGROALIMENTARE
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – “L’impegno del governo regionale sul settore agrolimentare siciliano é proietatto a creare maggiore redditivita per le aziende dell’intera filiera. In queste prime settimane alla guida dell’assessorato all’Agricoltura ho avviato tutte le azioni tese a spendere al meglio i fondi Ue della programmazione che sta per esaursi. Ci confronteremo a livello comunitario e nazionale sulle politiche per l’agricoltura ben sapendo che il settore agroalimentare in Sicilia rappresenta l’8% del Pil regionale e nel prossimo futuro dovrà crescere creando ricchezza e occupazione. I punti cardine del mio lavoro saranno il dialogo e la concertazione con chi rappresenta questo mondo ed apprezzo Coldiretti, con la quale insieme alle altre organizzazioni sara’ avviata interlocuzione sui bandi per l’agricoltura, per la scelta del capoluogo siciliano per l’evento “Village, io sto con i contadini”.

Con il governo Schifani abbiamo già varato aiuti per 25 milioni a sostegno degli allevatori siciliani e già oggi in Giunta stanzieremo altri 70 milioni per combattere il caro energia che sta mettendo in difficolta’ le aziende agroalimentari. Tuteleremo al meglio il settore riprendendo le poltiche di internazionalizzazione delle nostre aziende difendendo l’eccellenza delle nostre produzioni che ci fanno distinguere nel mondo, e ci opporremo ad ogni tentativo di introdurre cibo sintetico nel nostro mercato”. Lo afferma Luca Sammartino, assessore regionale all’Agricoltura e deputo della Lega-Prima l’Italia all’Assemblea regionale siciliana.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *