Sanità, è caos nella maggioranza | “Anselmo ignora il regolamento” - Live Sicilia

Sanità, è caos nella maggioranza | “Anselmo ignora il regolamento”

Il deputato regionale Pd, Giovanni Panepinto

Panepinto attacca il capogruppo Pd. Cascio e Cordaro: “Regolari i pareri sui commissari”

Le nomine
di
12 Commenti Condividi

PALERMO – Esplode il “caso” dei commissari della Sanità. Dopo la lettera inviata dal capogruppo del Pd Alice Anselmo al presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, con la quale la deputata ha denunciato la violazione del regolamento in occasione dell’ultima seduta della commissione Affari istituzionali, arrivano le repliche, molto accese, dei componenti della stessa commissione: “Anselmo non conosce le norme”. Una caos, che fa emergere anche le divisioni, ormai evidenti, all’interno della maggioranza. E in particolare all’interno dello stesso Partito democratico.

“Rimango sorpreso – commenta ad esempio il deputato Pd Giovanni Panepinto – dalle dichiarazioni del mio capogruppo Alice Anselmo a proposito dei tempi e delle modalità di convocazione della commissione Affari istituzionali dell’Ars per il parere, obbligatorio ma non vincolante, sulle nomine dei commissari delle Asp. La convocazione della seduta è regolare, così come è regolare l’integrazione dell’ordine del giorno. La Presidenza della Regione – prosegue – aveva chiesto che la commissione affrontasse la questione con urgenza, e oltretutto si trattava di esaminare la posizione di soggetti che già avevano dimostrato di avere i requisiti richiesti, dal momento che svolgevano lo stesso ruolo in altre Aziende sanitarie. Mi sorprende in tal senso anche la posizione del presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, che da un lato si lamenta della lentezza del Parlamento e poi critica, a mio parere in maniera immotivata, la celerità della commissione. Se Ardizzone e Anselmo avessero nei confronti delle esigenze dei siciliani nei pronto soccorso e negli ospedali, – conclude polemicamente Panepinto – la stessa attenzione che hanno dimostrato di avere per le nomine dei manager, forse la nostra sanità funzionerebbe meglio”.

E sorpresi si dicono anche il presidente della commissione Totò Cascio e il vicepresidente Toto Cordaro: “Stupisce – dicono – che il capogruppo del Pd Alice Anselmo non conosca e mal interpreti il regolamento dell’Ars sulla convocazione e gli ordini del giorno delle commissioni permanenti, e si avventuri in prese di posizione che non hanno alcun fondamento legittimo laddove criticano la presidenza della commissione Affari Istituzionali in ordine al parere sulle nuove nomine dei manager della sanità. Se avesse prestato un pò più di attenzione al regolamento, – proseguono – l’onorevole Anselmo avrebbe compreso che i tre giorni di tempo per la convocazione delle commissione scattano solo quando il parlamento si trova in sessione feriale e non ordinaria. Ed è quindi del tutto evidente che non essendo già scattata la fase estiva, l’Ars si trovi a dover operare col regime ordinario che consente la convocazione e la integrazione dell’ordine del giorno – concludono Cascio e Cordaro – anche ventiquattrore prima della riunione della Commissione parlamentare”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Panepinto sensibile alle esigenze del prontosoccorso? Guai a toccare gli amici dai posti cruciali per esercitare la più antica clientela, d’altronde le elezioni sono alle porte. Panepinto, a casa anche tu. The end

    Ha ragione la Anselmo, per via telematica la commissione deve essere convocata almeno 48 ore prima. Idem per ‘integrazioni’ più o meno rilevanti

    Bello schiaffo alla Anselmo, è bello sonoro quello del suo collega di partito panepinto. Meglio andare in vacanza

    Anselmo è una Statista frutto delle quote rosa

    LA MIRACOLATA ANSELMO,NON CONOSCE.(PUNTO)

    Litigano per qualche Manager di qualche ASP che non lo volevano spostato da dove si trovava. Hanno fatto bene Panepinto a fare spostare per esempio quell’arrogante del Dott. Salvatore Lucio Ficarra dalla ASP di Agrigento portandolo a Ragusa. Crocetta è stato e continua ad essere l’uomo dei disastri. Meno male che elezioni si avvicinano e moltissimi di questi deputati e di Crocetta sentiremo solo parlare per la sonora sconfitta dopo il voto.

    Panepinto, accenditi il condizionatore.

    Parole giuste. Poi se vogliamo buttare tutto in caciara e allora vabbè.

    Purtroppo quando un manager non sottostà a qualche tuttologo è da trasferire.

    non si può sentire!!!! ora si preoccupano sei pronto soccorso e dei malati! ma andate a casa gente inutile!

    L’unica cosa che NON stupisce è che si sfrutta tutto, anche l’impossibile, pur di difendere interessi propri o degli amici. Le commissioni ARS sono state sempre e da sempre convocate anche verbalmente ed all’istante per trattare per esempio emendamenti da riportare in Aula dopo due ore. L’unico bersaglio così restano la Sanità e i Siciliani.

    Anselmo ignora il regolamento? Almeno sa leggere è scrivere. Panepinto & company, il silenzio è oro in questi casi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.