Sanità, i sindacati: prorogare i precari degli ospedali di Palermo - Live Sicilia

Sanità, i sindacati: prorogare i precari degli ospedali di Palermo

L'appello di Uil Fpl, Fials e Nursing Up
PALERMO
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Servizi a rischio negli ospedali palermitano di Villa Sofia-Cervello, Civico, al Policlinico e all’Asp. Senza rinnovo dei contratti a tempo determinato e dei lavoratori co.co.co sarebbe gravemente compromesso il livello minimo di assistenza ai pazienti.

Lo scrivono in una nota i sindacati Uil Fpl, Fials e Nursing Up che chiedono all’assessorato regionale alla Salute e ai direttori generali di avviare subito l’iter per la proroga dei contratti in essere “nelle more dell’avvio di nuove procedure di stabilizzazione che includano tutti i lavoratori assunti per l’emergenza covid”.

I sindacati in una nota a firma di Vincenzo Di Prima, Giuseppe Forte e Gioacchino Zarbo ricordano quanto stabilito dalla Legge di Bilancio, ovvero che “al fine di valorizzare la professionalità acquisita dal personale che ha prestato servizio anche durante l’emergenza da covid-19 è possibile assumere questi lavoratori a tempo indeterminato, compresi coloro che sono stati reclutati anche senza procedure selettive e cioè attraverso l’utilizzo di forme di contratto atipiche come i Co.Co.Co. e incarichi libero-professionali”. I sindacati spiegano inoltre che questo personale “andrebbe a supporto della nota e cronica carenza di personale che insiste nelle nostre aziende ospedaliere, che in caso contrario, verrebbe oltremodo sovraccaricato, nonché sottoposto a turni di lavoro estenuanti, incidendo quindi negativamente sulla funzionalità dei servizi”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Solito teatrino della nostra politica e dei nostri uffici: si tengono nell’alveo della dipendenza o, peggio, si abbandonano al loro destino dopo averli sfruttati…le vite della povera gente sempre a stritolate tra gli interessi dei forti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *