Sant'Agata, Gristina: "Dispiace la messa a porte chiuse" - Live Sicilia

Sant’Agata, Gristina: “Dispiace la messa a porte chiuse”

L'omelia dell'Arcivescovo durante la messa dell'Aurora, che apre i festeggiamenti per la Santa Patrona
CATANIA
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Il dispiacere per le chiusure, che non permettono la partecipazione dei fedeli. Il rammarico, perché è l’ultima volta che presiede alle celebrazioni per Sant’Agata. Nell’omelia della Messa dell’Aurora, celebrata questa mattina nella Cattedrale di Catania, nell’ambito dei festeggiamenti “blindati” per la Santa Patrona, Monsignor Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania, ha invitato a pregare per coloro che vivono i disagi della pandemia, e ha invocato la protezione di Sant’Agata anche sul presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’omelia

“Ancora una volta e con grande dispiacere non ci è possibile aprire con la Messa dell’Aurora le due intense giornate di eventi religiosi e civili che caratterizzano la festa di Sant’Agata. Mi sia permesso di sottolineare che condivido pienamente il comune dispiacere. Esso, anzi, per me è ancora più grande perché è l’ultima volta che presiedo come vescovo le celebrazioni liturgiche in onore di Sant’Agata”.

Monsignor Gristina ha inviato a “pregare per coloro che vivono i disagi della pandemia, per tutti coloro che in vario modo sono loro vicini con l’esercizio della loro professione, con le attività del volontariato e con la ricerca scientifica” e a “non fare mancare la preghiera di suffragio per le vittime del covid 19”.

“Il Signore ci liberi da ogni forma di violenza – ha detto Gristina – soprattutto se essa si ammanta di motivazioni falsamente religiose. Infatti, non può qualificarsi come atteggiamento autenticamente religioso quello che non trasforma la fede nell’unico Dio, in un chiaro impegno di fraternità, di rispetto reciproco e di operosa solidarietà”.

“La nostra gloria maggiore – ha osservato – deve essere, come fu per Agata il servizio al Signore Gesù attraverso quello che svolgiamo nella comunità civile ed ecclesiale di cui facciamo parte. In questo contesto possiamo invocare la protezione di Sant’Agata su tutti coloro che hanno il compito di promuovere il bene comune – ha detto ancora Gristina – a partire dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ieri pomeriggio ha iniziato il secondo mandato cui è stato chiamato dalla grande e meritata fiducia che la Nazione nutre nei suoi riguardi”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.