Sedotta, tradita ma non truffata | La russa, lo scultore, la denuncia - Live Sicilia

Sedotta, tradita ma non truffata | La russa, lo scultore, la denuncia

Un amore naufragato finisce in Tribunale.

3 Commenti Condividi

PALERMO – Sedotta e abbandonata, ma non truffata. L’avvenente cancelliera russa non è stata raggirata dal noto scultore palermitano. Che aveva sì la passione per le donne, ma mandarlo sotto processo sarebbe stato troppo. Mica si può fare un giudizio per il reato di truffa sentimentale. E così il giudice per l’udienza preliminare Nicola Aiello ha archiviato l’inchiesta su richiesta del pubblico ministero Anna Battaglia.

Si erano conosciuti via chat. Ed era scattata la scintilla fra i due quarantenni. Lei, impiegata in un ufficio giudiziario moscovita, aveva deciso di cambiare città e lavoro pur di seguire l’uomo della sua vita. Lui le aveva giurato amore eterno. L’avrebbe sposata davanti a un prete che le aveva pure fatto conoscere. E per annunciare le lieta novella delle imminenti nozze aveva pure organizzato una festa con amici e parenti. Solo che ad un certo punto la donna si accorse di non essere l’unica nella vita dello scultore, che giocava su più fronti amorosi contemporaneamente.

Ed è arrivata la denuncia per truffa. La donna sosteneva di essere raggirata dall’uomo per spillarle i soldi con cui aveva pagato viaggi e pernottamenti in albergo a Mosca per entrambi. E truffata si era sentita pure quando, tanto era certa dell’amore del suo partner, aveva deciso di vendere una casa in Russia per trasferirsi a Palermo. Tutti episodi che, secondo il pubblico ministero e il giudice per l’udienza preliminare, non bastano a configurare il reato di truffa. Il caso giudiziario è chiuso. Restano, però, le ferite al cuore.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Ci sono donne che ti riducono sul lastrico, che dopo una separazione ti portano via casa, figli. Ho conosciuto le donne russe, sono DONNE amabilissime, sincere, e molto in gamba, bellissime donne, di solito molto forti e ottime compagne di vita. Ti sostengono.
    Un uomo del genere meriterebbe una di quelle mogli che gli levano persino le mutande.
    Ma dove la trovi una che qui ti paghi i viaggi, gli alberghi, e venda casa?
    Questi sono gli uomini che ci fanno cattiva fama di noi maschi, e che meriterebbero di trovare donne al loro pari che si comportino allo stesso modo facendogli vendere tutto per poi cornificarli e mollarli li.
    Mentre tanti uomini buoni onesti e donne anche (ovviamente) vedi che fine fanno.

    Ah Ah Ah per lei era l’uomo della sua vita, lui le aveva giurato amore eterno…….tutto partendo da una chat????? Mi sembra piuttosto una storia d’amore fra due alieni venuti dallo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.