Sicilia in fiamme: l'ombra dei criminali, la forza degli eroi

Sicilia in fiamme: l’ombra dei criminali, la forza degli eroi

Una giornata apocalittica. Il bilancio.
EMERGENZA INCENDI
di
3 Commenti Condividi

Mercoledì c’eravamo andati a coricare con il cuore in gola per Pantelleria, sfregiata dalle fiamme e dal fumo, colpita nella sua fragile bellezza ridotta in macerie. Ieri, con la paura per gli incendi di Palermo. E abbiamo comunque vegliato fino a notte alta, chi per raccontare, chi per scrutare il cielo e trarre indicazioni sulle ore venture. LEGGI LA NOSTRA DIRETTA

E c’è un’angoscia che resta appiccicata addosso, come la cenere nell’aria di Borgo Nuovo e non solo, mentre teniamo il conteggio dei danni e chiediamo lumi al meteo. E c’è una rabbia che non si lava via. Perché la distruzione, favorita da condizioni climatiche particolari, assume la ributtante fisionomia dell’opera scellerata di alcuni. L’apocalisse in mezzo all’incanto di Pantelleria è stata quasi sicuramente dolosa. E anche il resto della vasta mappa degli incendi addita l’ombra dei criminali, dell’atto voluto, della distruzione consapevole.

L’unico dato consolante, fino a questo momento, è sapere che nessuno si è fatto male e che, nonostante tutto, la tempesta incendiaria sembra che sia rimasta, salvo ulteriori verifiche, dentro i confini dell’atrocemente affrontabile. Ma, ieri, a Borgo Nuovo, si sono vissuti attimi di terrore. E ci sono state scene di panico tra gli automobilisti. E persone che hanno lasciato le abitazioni, temendo il peggio. Un pesante bilancio di spaventi e sussulti ha contrassegnato una giornata difficile.

Il sindaco Lagalla ha effettuato il suo sopralluogo nelle zone più colpite, l’assessore Maurizio Carta, che era con lui, ha scattato qualche foto, pubblicata sui social. Ne riprendiamo una che mostra alcuni vigili del fuoco, carichi di fatica e di impegno. E’ grazie a loro, e a tutti gli invisibili eroi che hanno lottato nella trincea infuocata, se il dramma non si è trasformato in tragedia. (Roberto Puglisi)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Occorre una legge molto severa per i piromani e controlli più serrati altrimenti non se ne esce più da questo scempio.

    oltre alle pene piu’ severe occorrono droni che controllano le zone boschive, alla vista di un incendio si interviene subito.

    guarda caso, sempre a favore di vento e nel primo pomeriggio, in modo tale che non ci sia tempo per organizzare l’intervento dei Canadair!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.