Turisti aggrediti a Palermo: "Il mio amico ha l'anca rotta" - Live Sicilia

Turisti aggrediti a Palermo: “Il mio amico ha l’anca rotta”

Il racconto di quanto accaduto nella notte a tre turisti nei pressi della Vucciria
CENTRO STORICO
di
11 Commenti Condividi

PALERMO – Un’altra storia di movida violenta nel centro storico di Palermo. Un’ennesima aggressione nella notte tra il 5 e il 6 settembre, nei pressi del popolare mercato della Vucciria. Presi di mira tre giovani turisti provenienti da Londra, che si trovavano nel capoluogo per incontrare degli amici palermitani. Uno di loro dovrà tornare a casa con l’anca rotta. E non è certo un bel souvenir da portarsi dalla Sicilia nel regno Unito.

La vicenda è stata segnalata alla redazione di Livesicilia da E.B., amico palermitano del gruppetto di inglesi. “Sono stati presi di mira da un ragazzo di colore – racconta E.B. a Live Sicilia -. Un residente della zona in cui si è verificata l’aggressione ha chiamato la polizia, ma l’arrivo delle volanti non è stato così tempestivo. I miei tre amici si trovavano vicino a via Valverde, sono stati approcciati da un ragazzo di colore che voleva vendere loro della droga. Al loro rifiuto ha sfilato il cellulare dalla tasca ad uno dei turisti che è di origine tedesca. Il ragazzo di colore sosteneva di non avere il telefono, da lì è nata una colluttazione, con il ragazzo tedesco buttato per terra e colpito da una raffica di pugni e calci, tanto che ha riportato la frattura dell’anca. Sono intervenuti anche alcuni ragazzi che erano presenti, è stata colpita anche una ragazza che ha subito una contusione al braccio“.

“Un uomo ha assistito alla lite – continua il racconto di E.B. – e ha chiamato le forze dell’ordine. I miei amici hanno presentato denuncia alla polizia per quanto accaduto. Un palermitano magari sa che ad un determinato orario non deve circolare in certe strade buie e poco trafficate, ma non è possibile che un turista che magari ha sbagliato strada inoltrandosi nei vicoli del centro storico sia importunato e pestato in strada. Tutto questo è inaccettabile“.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    Fermo restando che chiunque commetta questi reati va condannato all’isolamento: Iniziate il conto alla rovescia che fra poco qualcuno scrive di ” complottismo”.

    Poi ci chiediamo il perchè, i partiti populisti, abbiano tanto seguito. Vicenda odiosa.

    Sono una fortunata abitante della zona. Non mi danno fastidio i rumori o la movida, anche a me piace andare in giro per pub a bere fino a notte fonda. Il problema è che la Vucciria è un buco nero di mafia, che assorbe tutta l’energia di quell’area. Non è certo elegante andare a fare shopping o entrare al teatro con un bel vestito in mezzo al profumo di stigghiola che la domenica si solleva dalle 9 del mattino fino a sera inoltrata, creando scene da far west, tra la spazzatura per terra, i civilissimi Gnuri con le loro carrozze e la puzza di cacca di cavallo, e questo scenografico fumo di barbeque che sale Discesa Caracciolo e si espande ovunque. Le mie finestre devono restare sempre chiuse se non voglio vivere in una Steak House. Aggiungo che dal Lunedì al Venerdì intorno alle 23 inizia il fantastico Rave notturno, in barba ad ogni legge o ordinanza comunale: birra Forst in bottiglia di vetro, bassi così profondi che Metallica levatevi, e poi chissà come mai crollano i balconi. Si parte con il tema della 20th Century Fox che apre le danze, poi Booooombaaa, Swing, Tipitipitero, eccetera, fino al revival anni 90 e infine un po’ di neomelodico che non guasta mai. Le mie chiamate alla Polizia si sprecano, abbiamo creato un comitato di quartiere, fatto due esposti, incontrato il neo Assessore. Cosa è cambiato? Nulla. Da un anno ho scelto di vivere il centro storico della mia città e mi trovo benissimo. Ripeto, non mi danno fastidio le auto in Via Roma, il vociare dei turisti nei ristorantini del Cassaro, ho scelto questa strada perchè desideravo vivere tutto questo. Ma siamo in scacco, alla mercè di un branco di criminali, mafiosi, prepotenti, la Polizia ti risponde “eh si lo sappiamo, ci dispiace, vediamo di mandare una volante”. Una volante??? ma prendete in giro?? Lo sappiamo che anche voi avete paura, d’altronde non pretendo che 2 agenti scendano “Ai Gradini” (una delle attività, lecite o meno, che prende due casse da 500 o più watt e le mette fuori, accanto alle scale al massimo del volume) da soli, in mezzo a quel delirio tra alcool e droga, venduti per lo più a minorenni. Ci vuole l’esercito.
    Ah, grazie al Prefetto che sta facendo taaanto taaanto. Si, come no.

    @ Rosa – con il tuo commento hai demolito quello che l’ex sindaco Leoluca Orlando aveva definito centro storico con annessa movida paragonabile solo a quella di Barcellona (Spagna) e con odori da street food e scene folkloristiche (cacca di cavallo compresa) che l’intero mondo ci invidiava. In quanto agli Gnuri considera che sono stati da sempre fra i grandi elettori di Leoluca e forse ne stanno piangendo più di tutti la mancanza…….

    Stu Francesco commenta tutti cosi

    complottismo alle stelle!
    non quadra nulla in questa strana vicenda.
    E’ tutto strano.
    Il complottismo dilaga per amplificazione mediatica, strumentalizzazione politica, dinamica, tempistica, campagna elettorale, identità di uno dei coinvolti e tanto altro

    Fateci caso. Anche questo come ogni altro episodio dove è coinvolto direttamente o indirettamente qualche immigrato, è strano dall’inizio alla fine, suscita un complottismo senza fine e non quadra nulla!
    Dato il livello inaudito di complottismo e dietrologia alimentato da questo strano episodio e da ogni episodio attribuito a immigrati, per disinnescare il complottismo non ne se ne dovrebbe più parlare nè di questo nè di ogni episodio attribuito a migranti.
    Più sono amplificati, più aumenta il complottismo…
    Ma pd, cinquestelle, sinistra comune, sinistra italiana, rifondazione comunista, potere al popolo, gli orlandiani, i verdi, i radicali, i calendiani, i renziani, i centristi, i moderati, i lagalliani, forza italia, i liberali, i comunisti di rizzo, gli ingroaini, i demagistrisiani, il pci, il pcl di ferrando, i centri sociali, i cattolici non si insospettiscono? Non sentono puzza di bruciato? Non si stranizzano per ogni episodio attribuito a immigrati? Non raccolgono il complottismo della gente?

    @Francesco, io non ho parlato di politica, ho solo riportato la mia esperienza in prima persona. Orlando non è più sindaco, vedremo cosa farà la nuova amministrazione.

    Non capisco cosa c’entra il complottismo contro i migranti. E’ un dato di fatto che nelle zone più popolari del centro, in particolare i mercati, c’è una grande presenza straniera. Buona parte di queste persone, soprattutto giovani e di colore, provenienti da Ghana, Nigeria, ecc, viene “assoldata” dalla criminalità locale per fargli fare le mansioni più “a rischio” (spaccio ecc). Essendo giovani e in gruppo si lasciano trascinare dalla malavita, adattandosi perfettamente a quel tipo di “cultura”. Se poi aggiungiamo che in Italia non esistono percorsi di accoglienza, andiamo a finire come il ragazzo aggredito qualche giorno fa in via Santa Maria di Gesù (che conosco personalmente). Non è raro assistere a episodi di disturbo da parte di questi gruppi di ragazzi, che escono dalla Vucciria ubriachi ed esaltati, e “inquietano” le ragazze, non sto inventando nulla, è tutto palese, basta soffermarsi fino a tardi e guardarsi intorno. L’altra sera ce n’era uno che urlava alle 4 del mattino inveendo verso qualcuno o qualcosa di non bene determinato, ci siamo affacciati tutti. Che sia chiaro: quello che sto dicendo è che non sono un problema gli stranieri ma l’assenza di percorsi di accoglienza e gestione di queste persone in Italia. Perchè tra questi ci sono persone geniali e super produttive, e persone con disturbi che hanno bisogno di percorsi specifici ma sono abbandonati a loro stessi in mani sbagliate.

    ….sbarchino, siori e siore, sbarchino!!!

    “Palermo è bella”….quindi quando lo fanno gli italiani se ne può e se ne deve parlare, quando invece lo fanno gli immigrati vanno protetti e non se ne deve parlare per via del complottismo?
    Complimenti per la “logica”!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *