Il prof di religione di Caccamo accusato di violenza sessuale davanti al Gup

Il prof di religione di Caccamo accusato di violenza sessuale davanti al Gup

Avrebbe mandato messaggi e video hard sugli smartphone di alcuni suoi allievi
IL PROCESSO
di
0 Commenti Condividi

Avrebbe mandato messaggi e video hard sugli smartphone di alcuni suoi allievi, mentre in altri casi si sarebbero verificati incontri di persona, al di fuori dell’orario scolastico. Nei giorni scorsi si è svolta l’udienza preliminare per il professore di religione di un istituto superiore di Piacenza, originario di Caccamo, accusato di violenza sessuale e tentata violenza sessuale aggravate dalla minore età, stalking e molestie per un totale di 14 capi di imputazione nei confronti di undici studenti di una scuola superiore della città dove insegnava.

L’udienza

Durante l’udienza davanti al gup Sonia Caravelli quattro di questi si sono costituiti parte civile con gli avvocati Monica Capurri e Marco Guidotti e Pasquale Angelini. Tre parti civili hanno chiesto e ottenuto la citazione del responsabile civile che in questo caso è il ministero dell’Istruzione e del Merito. Il responsabile civile interviene in giudizio a titolo di responsabilità indiretta, per rispondere delle conseguenze civili del fatto posto in essere dall’imputato in caso di condanna e quindi risarcire il danno. In aula presenti sette giovani (su 11 ritenuti parti offese). Il professore, 31enne originario di Caccamo, – al momento ancora indagato – è difeso dall’avvocato Francesco Gueli ed è sottoposto alla misura dell’obbligo di firma (prima era ai domiciliari). L’uomo era stato immediatamente sospeso dalla scuola dove prestava servizio.

I fatti risalgono al 2021

La vicenda risale al 2021, quando le vittime delle presunte molestie hanno segnalato alla scuola gli atteggiamenti del docente, di lì la denuncia alla polizia locale e le indagini della procura coordinate dal sostituto procuratore Antonio Colonna: sono stati ascoltati i giovani e acquisiti i tabulati nonché il materiale contenuto nei telefoni delle presunte vittime circa le app di messaggistica usate dal professore per contattarli. Successivamente il docente era stato raggiunto dall’ordinanza di custodia cautelare.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *