Catania, clan Mazzei: scarcerato il cognato del boss - Live Sicilia

Catania, clan Mazzei: scarcerato il cognato del boss

Gioacchino Intravaia è considerato tra i vertici della cosca. Il Riesame ha dichiarato l'inefficacia della misura cautelare.
0 Commenti Condividi

È tornato in libertà. Giacchino Massimiliano Intravaia, considerato tra i massimi vertici della famiglia di Cosa nostra Mazzei di Catania, è stato scarcerato “per decorrenza del termine massimo”. Il Tribunale del Riesame di Catania ha accolto l’istanza del difensore, l’avvocato Francesco Antille, dopo il rigetto della Corte d’Appello di Catania. I giudici hanno dichiarato “l’inefficacia della misura cautelare”.

Intravaia è finito in cella dopo il blitz della Guardia di Finanza ‘Nuova Famiglia’ nell’ottobre del 2015. Quell’inchiesta ha ricostruito il momento di fibrillazione che si stava vivendo all’interno del clan dei ‘carcagnusi’ dopo che Nuccio Mazzei, il figlio del capo Santo, era sfuggito all’operazione Scarface e aveva cominciato a vivere la sua vita da ricercato. Poi venne arrestato dalla Squadra Mobile di Catania nella primavera del 2015, dopo un anno e mezzo di latitanza.

In quel periodo di ‘lontananza’, il cognato del boss Intravaia – è sposato con la sorella – ha in qualche modo cercato di prendere in mano le redini operative. Facendo un po’ le veci di Nuccio Mazzei. In primo grado – nel processo dove è assistito dall’avvocato Francesco Antille e Salvo Pace – è arrivata una condanna pesantissima: 14 anni. Tra poco ci sarà la sentenza d’appello, ma ascolterà il verdetto da uomo libero.

Visto il curriculum criminale, il ritorno a casa di Gioacchino Intravaia non sarà certo sottovalutata dagli investigatori. Non è la prima scarcerazione per decorrenza dei termini di livello nelle file dei Mazzei: quella di Intravaia segue infatti quella di Maurizio Motta. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *