"Gratta e Vinci" da 50 mila euro taroccato e il medico finì nei guai

“Gratta e Vinci” da 50 mila euro taroccato e il medico finì nei guai

Una pediatra è stata assolta dopo cinque anni e mezzi trascorsi fra indagini e dibattimento
0 Commenti Condividi

PALERMO – “Il fatto non costituisce reato”, ma ci sono voluti cinque anni e mezzo fra indagini e processo per dimostrare di non avere tentato di truffare lo Stato taroccando un “Gratte Vinci”.

Aprile del 2015 una donna, pediatra in pensione, si reca in banca per incassare un tagliando vincente da 50 mila euro della lotteria istantanea “Nuovo Maxi Miliardario”.

Il biglietto, però, aveva delle anomalie e fu inviato alla sezione “scientifica” delle Lotterie nazionali. In effetti un 38 era diventato 34. Insomma, quel biglietto non valeva neppure un euro. I monopoli di Stato denunciarono l’episodio e il medico si ritrovò sotto inchiesta per uso di atto falso e tentativo di truffa aggravata.

La donna, assistita dagli avvocati Giuseppe Gerbino e Salvatore Battaglia, spiegò che il biglietto le era stato regalato dall’anziano marito che a sua volta l’aveva ricevuto da un mendicante per pochi euro di beneficenza. Quando i coniugi videro che si trattava di un biglietto vincente pensarono ad un segno del destino e cercarono di trovare il mendicante per ringraziarlo.

Il procedimento fu dunque archiviato per la prima volta, ma su richiesta delle Lotterie Nazionali, le indagini furono riaperte per un difetto di notifica. La Procura stavolta mandò la donna a giudizio dinanzi alla quinta sezione del Tribunale di Palermo.

Nel processo hanno sfilato come testimoni i responsabili della Lottomatica e della banca. Al termine della requisitoria il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a otto mesi di reclusione. Il giudice Maria Immordino ha assolto la donna perché il fatto non costituisce reato.

CONTINUA A LEGGERE SU LIVESICILIA.IT


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *