Il Prefetto: "Lotta alla mafia |e tutela dei lavoratori" - Live Sicilia

Il Prefetto: “Lotta alla mafia |e tutela dei lavoratori”

Ecco, punto per punto, priorità, strategie e obiettivi del nuovo Prefetto Maria Guia Federico. Juventina, “ma da oggi tiferò per il Catania!”.

L'insediamento a palazzo minoriti
di
0 Commenti Condividi
Maria Guia Federico, nuovo Prefetto di Catania

Maria Guia Federico, nuovo Prefetto di Catania

CATANIA – Il nuovo Prefetto Maria Guia Federico si è insiediata da poche ore a Palazzo Minoriti forte degli importanti traguardi raggiunti alla guida della prefettura di Prato.

Da subito ha confidato ai giornalisti di avere un sogno: “Lasciare un segno tangibile della mia presenza”. Per farlo, il nuovo Prefetto sarà affiancata dal Capo di Gabinetto Enrico Gullotti, lo scopo è quello di replicare il modello di lavoro che le ha consentito di agire concretamente in contesti difficili. Le parole chiave sono: “Dialogo e sinergia con gli enti territoriali”. In agenda ci sono il massimo impegno nella lotta alle infiltrazioni mafiose negli appalti e un ricco calendario di incontri e appuntamenti.

IL METODO. Maria Guia Federico ha le idee chiare: “Metto la mia esperienza a dispozione dei catanesi. Sto innanzitutto ascoltando, poi arriverà il momento dell’elaborazione e dell’esecuzione. Punto molto sul lavoro di squadra, vorrei replicare il modello che abbiamo sperimentato a Prato, puntando sulla stretta collaborazione con le forze dell’ordine e sulla massima sinergia con gli enti territoriali: lo scopo è quello di conoscere e affrontare le problematiche concretamente.

L’INCONTRO CON BIANCO. Il nuovo Prefetto di Catania incontrerà il sindaco Enzo Bianco la prossima settimana. “Mi ricordo -ha detto ai giornalisti- che è stato ministro dell’Interno e quindi è sicuramente sensibile a tutte le tematiche. Ci confronteremo e lavoreremo bene trovando soluzioni comuni e individuando priorità e strategie per affrontarle”.

IL LAVORO. “E’ una questione molto importante che non riguarda solo questa parte del territorio nazionale. Pur venendo da una realtà che potrebbe essere considerata più solida, posso dirvi che anche a Prato si vive una condizione di drammaticità dal punto di vista economico, le imprese chiudono e sono abituata ad affrontare queste tematiche. Sicuramente con il sindaco ne parleremo e cercheremo di avviare un dialogo costruttivo che ci porti a trovare soluzioni a sostegno delle imprese e a tutela dei lavoratori”. Maria Guia Federico punta molto sulla ricerca delle risorse, “che non possono essere individuate soltanto a livello locale; vedremo di fare ulteriori passi a livello nazionale per risolvere le varie criticità etnee”.

“Punto molto sul dialogo con le parti sociali -sottolinea il Prefetto- ragioneremo tutti insieme e più si fa squadra, più i risultati potranno essere migliori, punterò anche sul miglioramento delle performance dell’Ufficio, valutando con attenzione costi e risultati”.

LAVORI PUBBLICI. “Vigilerò sui tentativi di infiltrazioni mafiose nel settore dei lavori pubblici. Sarò attiva e presente su questo fronte instaurando collaborazioni strette con gli enti territoriali che sosterremo nella lotta alla mafia”

GLI APPUNTAMENTI. Il Prefetto vuore arrivare al cuore dei catanesi: “So che il 17 agosto c’è la festa estiva di S.Agata, mi farà piacere assistere a questi festeggiamenti che sono la festa di popolo più grande del mondo. Il palermitano vive S.Rosalia con meno patos rispetto al catanese che è capace di trascinare il fercolo per decine e decine di chilometri”.

LE CURIOSITA’. “Sono juventina, ma da questo momento tiferò per il Catania!”


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *