Mr Italia 2022 si racconta: "Felice di aver fatto risplendere Catania" - Live Sicilia

Mr Italia 2022 si racconta: “Felice di aver fatto risplendere Catania”

Walter Zappalà, pochi giorni dopo essersi aggiudicato il titolo, spiega le emozioni provate e i sogni per il futuro.
L'INTERVISTA
di
0 Commenti Condividi

Classe 1999, 186 centimetri di altezza, una folta chioma e un sorriso travolgente: il catanese Walter Zappalà è il nuovo volto di Mr Italia 2022. Oltre a lui, erano quattro i siciliani tra i 38 finalisti in gara sabato 6 agosto a Pescara. Uno era il 30enne imprenditore agricolo di Nicosia Marco Agozzino, a seguire due ragazzi di Agrigento: lo studente 17enne Federico Gagliano, e l’imprenditore 26enne Salvatore Zarbo.

Zappalà è stato decretato Mister Italia 2022 da Nathaly Caldonazzo, nella serata condotta da Jo Squillo e Luca Onestini, che hanno incoronato il giovane modello catanese. Laureato in Scienze Politiche e in via di conclusione del percorso magistrale in Management delle Pubbliche Amministrazioni, sebbene il contesto in cui sia cresciuto non fosse poi così vicino a questo mondo, Walter ha da sempre coltivato la passione per lo spettacolo e lo sport parallelamente agli studi.

“L’esperienza di Mr. Italia è stata indimenticabile anche perché ho avuto l’onore di poter conoscere e legare con tantissimi ragazzi, compagni d’avventura di questo corso. Non pensavo veramente di vincere, mi sono presentato con la speranza però di poter imparare molto da questo concorso e poi, non appena scoperto l’esito, la gioia è stata grande”, rivela emozionato Walter, aggiungendo: “Posso ritenermi ancora più entusiasta di aver portato questo titolo così prestigioso a Catania; dopo che per mesi la nostra città ha vissuto periodi bui finalmente torna a splendere sul tetto d’Italia”.

In queste ore, il sostegno è arrivato da tutta Italia, catanesi vicini e lontani uniti dalla vittoria condivisa con il concittadino, ma in primis naturalmente dalla famiglia che ha supportato il giovane dall’inizio fino alla fine di questo percorso. Il padre, Lanfranco Zappalà, ha sostenuto il figlio in prima persona con la sua presenza a Pescara mentre madre e sorella da Catania sono riuscite a rimanere in contatto 24 ore su 24 con il ragazzo fino all’arrivo della fascia. Oltre ai familiari, tra cugini, zii ma soprattutto amici, sono stati in centinaia a inviare messaggi d’incoraggiamento affinché Walter potesse arrivare fino alla fine del concorso, sentendo il calore della propria terra al suo fianco.

Adesso per lui si prospetta un periodo dinamico: l’incontro nelle prossime settimane con il fautore del concorso, Claudio Marastoni, per discutere dei progetti da cui partire. Shooting in Italia all’estero, tantissimi casting e l’auspicio dell’ingresso nel mondo dello spettacolo e del cinema.

Ai giovanissimi e non che si affacciano al settore, Walter conclude rivolgendo una dritta: “Se si ha un sogno bisogna inseguirlo ma l’importante è affrontarlo con lo spirito giusto. Il concorso di Mr Italia è prestigioso e può veramente servire da trampolino di lancio per far carriera nel cinema, nello spettacolo, nella tv e nella moda. Per cui se si ha quest’ambizione l’importante è affrontarla con lo spirito giusto per cogliere tutte le opportunità che il concorso e i progetti affini hanno da offrire”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.